Rincon, vittoria contro Messi. Lloris ferma Damascan: Moldavia k.o.

di Francesco Vittonetto - 23 Marzo 2019

Il Venezuela sconfigge a Madrid l’Argentina del rientrante Messi. La Moldavia di Damascan parte male nella corsa a Euro 2020: la Francia vince 4-1

Da Madrid a Chisinau, la notte dei giocatori del Torino impegnati nelle rispettive Nazionali non potrebbe essere più differente. Da un lato c’è il Venezuela di Tomas Rincon, che al “Wanda Metropolitano” coglie una vittoria storica. Di fronte c’era l’Argentina che riabbracciava Messi (poi fermato nel corso del match da un infortunio agli adduttori) per la prima volta dopo il Mondiale disastroso. Di albiceleste, però, c’è ben poco nella casa dell’Atletico. La Vinotinto è un uragano, vince 3-1 guidata dal General, che porta muscoli e grinta in mezzo al campo. In gol vanno Rondon, Murillo e l’ex granata Martinez (su calcio di rigore), inutile il punto dell’interista Lautaro Martinez.

Rincon vince, Damascan fermato da Lloris

3.500 chilometri a nord-est, invece, Damascan viveva una serata non certo fortunata. Prima viene lasciato in panchina dal ct Spiridon, poi vede i suoi compagni soccombere sotto i colpi dei campioni del Mondo della Francia. Griezmann, Varane e Giroud archiviano la pratica in dieci minuti a cavallo della mezz’ora.

Il granata entra nella ripresa e, nel suo piccolo, prova a dare la scossa ai suoi. Poco dopo il 4-0 francese firmato da Mbappé, il classe ’99 è bravo a svettare di testa su un cross dalla destra: Lloris respinge d’istinto la sua conclusione, ma nulla può sul tap-in di Ambros. Uno zampino importante, quello di Damascan, sulla reazione dei suoi. Chissà che non gli possa valere il posto da titolare contro la Turchia, lunedì 25 marzo.