I numeri di Roma-Torino / I granata hanno la peggior difesa del campionato e si trovano al momento all’ultimo posto in classifica

Due club dai destini e obiettivi differenti si confronteranno all’Olimpico questa sera alle 20.45, per chiudere definitivamente la 12a giornata di Serie A. Roma-Torino è infatti l’ultimo match in programma per questo turno infrasettimanale che avvicina sempre di più alla pausa. Un 2020 nefasto per il Toro, che ha raccolto solamente 6 vittorie e 7 pareggi nell’anno corrente, per un totale di 25 miseri punti e che non riesce ad invertire la rotta. Diversa è invece la situazione della Roma, reduce da sei vittorie, tre pareggi e due sconfitte solo in questa stagione, che valgono al club 21 punti e quindi il sesto posto. I capitolini intanto lottano anche sul fronte Europa League, dove hanno superato la fase a gironi in testa al Gruppo A. I granata invece devono trovare il modo di uscire in fretta dalla zona retrocessione, che li vede a pari punti con il Crotone, ultimo in classifica.

I numeri del Torino

I granata, sfavoriti secondo i precedenti tra le mura avversarie, vantano una vittoria nell’ultimo precedente, nonchè una delle poche di questo 2020. Questa sera tenteranno di ripetersi anche se è dal 1969 che non riescono ad ottenere il massimo dei punti in due trasferte consecutive nella massima serie. E avere la difesa peggiore del campionato non aiuta di certo. Non sono solo i 27 gol subiti a far rientrare questo Toro di diritto tra i peggiori degli ultimi anni, ma anche l’aver subito due gol o più in ben 19 sfide disputate nel 2020 (solo il 2017 ha visto di peggio). La retrocessione va scacciata al più presto ma anche su questo fronte i numeri non sono rassicuranti: tutti gli ultimi tre club con lo stesso numero di gol subiti dal Toro dopo 11 giornate, sono alla fine arrivati ultimi in campionato, scendendo di categoria. Il rendimento resta comunque migliore lontano dalla Mole con l’unica vittoria ottenuta e un pareggio.

I record negativi non riguardano però solo il club. Anche il tecnico Giampaolo ha ottenuto il peggior risultato possibile alla guida del Torino. Sono infatti sette le sfide perse su un totale di undici, al pari di Moreno Longo, che decretano uffcialmente il peggior risultato ottenuto da un tecnico granata nell’era dei 3 punti. C’è però ancora qualche speranza a cui aggrapparsi. La prima si chiama Andrea Belotti. Reduce dal 100° gol in granata contro l’Udinese è pronto a sfatare il mito negativo dei gol in trasferta: ne ha infatti segnato solamente uno, risultando come colui che ne ha fatti meno tra i giocatori con più di sei reti in attivo nei cinque campionati principali in Europa.

I numeri della Roma

La Roma invece proverà a migliorare ulteriormente il proprio rendimento offensivo: è da maggio che nelle partite casalinghe segnano almeno un gol. Il pericolo numero per i granata è rappresentato da Henrikh Mkhitaryan, autore di sei gol e cinque assist in questo avvio di campionato. Non va poi dimenticato Edin Dzeko, la cui stagione è stata in parte condizionato dal Covid. Contro il Bologna, nell’ultima partita di campionato, ha comunque raggiunto quota 82 gol in giallorosso in Serie A e contro il Toro potrebbe raggiungere il quarto posto nella classifica generale dei marcatori della Roma, attualmente occupato da Vincenzo Montella (83 reti per lui).

Lyanco
Lyanco in Torino-Roma, Serie A 2019/2020
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 17-12-2020


Roma-Torino: i precedenti sorridono ai giallorossi, ma nell’ultimo confronto…

Roma-Torino: dove vedere la partita in TV e streaming