Sadiq, ancora una possibilità: ma il Toro gli chiede un cambio di passo

42
Sadiq
CAMPO, 22.10.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-ROMA, nella foto: Umar Sadiq

Prove altalenanti: l’impegno non manca, ma non è ancora determinante. Al Toro servono gol per riprendere il cammino europeo, Sadiq deve crescere

È giovane, non giocava due partite consecutive da tanto, tantissimo tempo. Ed è un’attenuante non da poco. Ma non può, questo, costituire un alibi, ché nel calcio sono sempre troppo facili da trovare. La pazienza, nei confronti di Umar Sadiq, non può che essere molta: l’età è dalla sua, e Mihajlovic si è sempre espresso in maniera molto chiara sull’attaccante nigeriano, arrivato in estate per fare le veci di Belotti. Che secondo i piani granata si sarebbe dovuto infortunare molto poco, e che, soprattutto, tra le file del Torino è pressoché imprescindibile. Ma i piani, talvolta, si complicano: e ora all’ex Bologna si sono spalancate le porte dell’attacco. Solo quelle, per ora: perché la sua pericolosità nell’area avversaria (di Crotone e Roma), ha davvero lasciato a desiderare, e non può il Toro ridurre così il suo potenziale offensivo, se vorrà essere una squadra da Europa.

Domani, contro la Fiorentina, Sadiq avrà nuovamente la possibilità di mettersi in gioco. Nessun cambio di rotta da parte di Mihajlovic, tutt’altro che intenzionato a spostare Niang o Ljajic al centro di un attacco che, quindi, vedrà ancora una volta come terminale il giovane classe ’97. Una bella prova di fiducia da parte dell’allenatore, che Sadiq non può tradire. È inevitabile che, pur con tutte le attenuanti, dall’attaccante ci si attenda molto di più: con il Crotone si è visto poco, con la Roma invece troppo, ma per le cose sbagliate, tra cui quei fuorigioco evitabili che denotano una mancanza di concentrazione nell’arco di tutta la partita. Poco male, per ora: ma adesso un cambiamento ci vorrà. O Sadiq sarà un lusso che in casa granata non ci si potrà permettere (e come lui anche altri: vedi Niang). Soprattutto quando c’è un Giuseppe Rossi che, intanto, continua a candidarsi…

42 Commenti

  1. È vero che Boyé, per il potenziale che ha mosrrato, si è un po’ perso e probabile che non possa essere lui a risolvere i problemi dell’attacco visto che vede poco la porta. Però domenica nel secondo tempo secondo me sarebbe servito assai per come sa difendere la palla e quindi dar tempo alla squadra di salire un po’. Sadiq ha fatto vedere alcune qualità e parecchi difetti. Giusto avergli dato fiducia ma, visto che non è neanche nostro, domenica lo rimetterei in panca con Niang o Boyé di punta. Mi par di capire che la pensiamo un po’ tutti allo stesso modo…

    • Certo hai ragione, ma va anche considerato che tutte le possibilità in partite da titolare che sono state date a Niang non sono state date né a Boyè né a Berenguer… E l’anno scorso le volte che è sceso in campo mi ha entusiasmato sicuramente di più Boyè del Niang visto da noi fin’ora! Poi è ovvio che un po’ di carica la perdi se stai sempre in panca e devi subentrare ogni tanto gli ultimi 10 minuti…
      E’ sempre la stessa storia ogni allenatore ha i suoi preferiti (è umano) e punta sempre su loro a meno ché il sostituto non sia di un livello paurosamente superiore.. e fin’ora non è il nostro caso..

  2. Ma che possibilita’ vuoi regolare a questo qui?Ogni partita che gioca e’ un atto di autolesionismo e di vassallaggio alla Roma.Leggetevi sull’altro sito la bellissima intervista a Scharchilli che condivido in pieno e che evidenzia i nostri problemi attuali.

    • Beh dai Boyè l’anno scorso aveva fatto intravedere del grosso potenziale, poi che quest’anno si sia impippito parecchio è sotto gli occhi di tutti ma ciò per me è dovuto principalmente allo scarsissimo impiego e alla conseguente perdita di fiducia.

  3. Nulla contro Sadiq, se non la formula con cui l’abbiamo preso, ma trovo allucinante far giocare lui e tenere fuori Boyè che non sarà un cecchino ma per me è forte. E poi di questo passo chiaro che il ragazzo si stia incupendo dato che gioca col contagocce.

  4. Prima di Sadiq credo il problema sia la difficoltà che abbiamo con la mediana a 2. Tenuto conto che Niang e Iago rientran poco, un po’ di più Ljajic ma poco.
    Variare sul 4312 non è scandaloso, già a Firenze. Rincon davanti alla difesa con Baselli ed Acquah interni. Ljajic trequartista, Niang e Iago Falque di punta. Sadiq dentro a partita in corso.

  5. Ma dai! Non sa stoppare un pallone ed è sempre in fuorigioco. Poi per carità, magari fa un gol e tutti a idolatrarlo ma il fatto che di mestiere faccia il calciatore resta un mistero.
    Diritto di riscatto e controriscatto… pura follia

      • non è questo il punto. Non importa cosa pensiamo noi ma ciò che pensa il mister. E allora se Miha non ritiene niang alternativa al gallo la porcata è bella che servita, un giovane alle prime armi senza arte ne parte e per di più in prestito come unico sostituto in un ruolo fondamentale.

        • Vero che manca Belotti, vero che tra Sadiq e Boyé di 2 non ne fai 1, però finchè ha giocato, nel Toro di quest’anno e anche in quello del finale della scorsa stagione, NEMMENO BELOTTI è stato in grado di sostituire se stesso.

          • Belotti ha reso più delle aspettative con il 433. Appena siamo passati a questo modulo autolesionista ha smesso di segnare a raffica come prima, e non solo lui purtroppo.
            Con il 4231 prendiamo gli stessi gol ma nefacciamo la metà di prima, bella genialata!

          • Grazie. Azzz … non volevo rispondere a direttamente a Cla, volevo scrivere sta super chicca in alto. Mannaggia 🙂

      • Concordo anche io comunque preferirei provare a cambiare: Boyè sulla fascia (o Berenguer che però temo sia già stato bocciato da Sinisa) e Niang da punta centrale (ruolo che ha già interpretato diverse volte)

  6. Io ho davvero esaurito le parole per commentare questo genere di notizie. Siamo nelle mani di un nugolo di incompetenti, e preferisco non aggiungere altri epiteti, ma ce ne sarebbero.
    Avanti con il mitico 4-2-3-1, invasato di un pazzoide bosniaco, avanti con questa nullità di Sadiq!

    • Condivido con @esulegranata, non gettiamo merda su un giovane esordiente che ha anche qualche numero ma è molto giovane, piuttosto chi dovrebbe risolvere le partite dovrebbero essere i vari Liajic, Falque ma soprattuto Niang che sarebbe ora che cominciasse a rendere per quello che è stato pagato!…

      • Non gettiamo merda su nessuno dei nostri, concordo. Però possiamo argomentare che ostinarsi a mettere titolare un ventenne inesperto e nemmeno troppo talentuoso, sia opinabile. Oltretutto non è nemmeno un giocatore di proprietà il cui impiego e la cui crescita possono essere utili per il futuro. A me pare che a questo punto o cambi modulo (ma Miha se glielo dici si infuria) o fai giocare Boyé oppure addirittura Manuel De Luca, che tanto peggio di Sadiq non sembra, ma almeno è un nostro giocatore che arriva dalla primavera e che ci serve far crescere
        .

        • Concordo, soprattutto sul cambio modulo (improbabile vista la cocciutaggine del mr) ma almeno sul cambio degli interpreti. Davanti metterei Niang punta e Boyè al lato e soprattutto fuori quel cadavere venduto di Molinaro per Barreca, e se stesse bene Ansaldi al posto di De Silvestri…
          Credo potremmo fare molto meglio così..

  7. A Sadiq, a quanto pare in ragione dello scarso rendimento, si chiede di cambiar passo, dunque per coerenza ed equità si dovrebbe chiedere a Niang, impalpabile dopo 9 partite, di cambiare mestiere. Roba da matti, stai a vedere che ora deve essere un esordiente a tirarci fuori dalle peste. Piuttosto ammettano che conviene buttargli la croce addosso e non aiutarlo ad emergere, perché il giocatore è nelle mani della Roma e, se mai dovesse rivelarsi capace, tornerebbe di filato nella capitale, per il sommo scorno del presidente da operetta.