Juric lo ha buttato subito in campo al rientro dall’infortunio: Sanabria si candida anche per il recupero contro l’Atalanta

Ivan Juric aveva rilanciato Antonio Sanabria alla vigilia della partita contro lo Spezia: “Tonny ha fatto bene in settimana”. Il paraguaiano rientrava da un infortunio muscolare e non giocava titolare dal 12 febbraio, giorno di Torino-Venezia. È tornato nell’undici, scalzando Pellegri che pure aveva segnato a Roma, e ha dimostrato il motivo per il quale il Toro è riuscito a non patire più di tanto l’assenza di Andrea Belotti, in una stagione nella quale il Gallo è stato martoriato dagli infortuni. Le sue doti tecniche si adattano perfettamente all’idea di calcio di Juric, che in attacco si caratterizza per scambi rapidi e incursioni da dietro. In un contesto nel quale vanno bilanciati gli inserimenti di esterni, trequartisti, centrocampisti e persino dei braccetti di difesa, il centravanti non è solo il finalizzatore, ma un pezzo del flusso: riceve palla, la lavora spesso spalle alla porta e la pulisce. E in questo Tonny è una garanzia.

Sanabria, a Bergamo nuova chance da titolare

Nel recupero contro l’Atalanta di mercoledì 27 aprile, Sanabria è di nuovo in vantaggio per partire dall’inizio. Belotti non rientrerà – l’obiettivo è la partita contro il Napoli -, Pellegri avrà spazio ma probabilmente solo a partita in corso. E così Tonny avrà un’altra opportunità per migliorare i numeri della sua stagione. Nel Toro è un punto di riferimento, se si guarda al numero di volte che è stato l’obiettivo di un passaggio (1045 in totale, dati di Fbref) e si è trovato spesso a dover giocare palloni difficili, subendo la pressione avversaria.

Tanto gioco ma pochi gol

È una risorsa preziosa, insomma, per rendere la manovra più fluida. Eppure qualcosa manca, in zona gol. Fin qui ha segnato cinque gol in ventotto partite di Serie A, di cui ventuno giocate dall’inizio. L’ultima rete è datata 23 gennaio: Torino-Sassuolo 1-1. “Deve migliorare la finalizzazione, deve segnare di più”, ha detto più volte Juric. Non a caso ha tirato solo sette volte in più di Belotti verso la porta avversaria (18 contro 11) – ma il Gallo ha giocato 600 minuti in meno di lui – e ha un dato di xG (Expected Goals) di 7,3, a dimostrazione del fatto che il 19 pecca talvolta di precisione sotto porta. La via per migliorare parte da qui.

Antonio Sanabria
Antonio Sanabria
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 26-04-2022


9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Robilant1959!
Robilant1959!
1 mese fa

Buongiorno a tutti. Penso che una buona squadra debba essere in grado di variare il suo modo di giocare a seconda della situazione con moduli ed attori diversi . Ritengo che il dualismo non sia tanto tra Belotti ( o capitano, mio capitano ) sempre che resti o Sanabria bensì… Leggi il resto »

marco ruda
marco ruda
1 mese fa

Ecco i Sanabria boys o forse meglio i terrapiattisti anti Belotti boys…

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa
Reply to  marco ruda

si appena possono mettono il naso fuori.
Ma chi lo fa esprimendo educaamente un proprio libero pensiero non fa nulla di male.
Chi attacca la persona o supera certi limniti, sta sul ratto e come ale si becca del gobbo. Quale in effetti è chi insulta un mio DEGNISSIMO CAPITANO

Steppenwolf
Steppenwolf
1 mese fa

Mi pare di aver letto che Sanabria è stato acquistato dal Betis per 6,5 milioni. In sostanza la cifra che viene chiesta per Pellegri (a causa di tutti i problemi fisici avuti sinora, se no varrebbe sui 20 milioni pagati dal Monaco) e che magari non basterebbe per Pinamonti o… Leggi il resto »

Il Torino e il modello Atalanta: “Lontani anni luce”, ma Juric ci sta lavorando

Lukic: “L’Atalanta gioca come noi”. Buongiorno: “Giocheremo con determinazione”