L’olandese al lavoro in questa settimana agli ordini del tecnico croato. Studia per poi ottenere minutaggio già nel prossimo turno

Il Torino difensivamente sta funzionando. Contro la Lazio la formazione di Juric ha rispolverato i suoi connotati tattici ed emotivi, con una pressione infilzante per la proposta dei biancocelesti di Maurizio Sarri. I tre dietro hanno ben figurato. Djidji ha messo all’opera una prestazione sicura, in cui ad aver avuto la peggio è stato sicuramente il suo diretto avversario Zaccagni, privo di spunti realmente pericolosi. Rodriguez pare aver trovato grande feeling con la fascia da capitano e Buongiorno, a parte qualche sbavatura nel momento migliore della Lazio, non si è per niente intimorito della figura di Immobile. Anzi, non ha fatto rimpiangere Bremer, anche se per le conferme ci vorrà naturalmente del tempo.

Schuurs, giorni di studio prima di Cremona

Il mercato al Torino ha tolto dunque un interprete pressochè insostituibile, ma ha comunque regalato un’interessante carta da giocare. Perr Schuurs per ovvi motivi non poteva essere presente alla sfida di sabato scorso. Troppo acerbo per i meccanismi di Juric. Questa settimana che sta trascorrendo sarà il primo approccio dell’olandese alle richieste del suo nuovo allenatore. Proviene da tutt’altra scuola, anche se votata all’attacco come quella “gasperiniana”. Difficile però instillare di punto in bianco quella portata di aggressività che questa fase di Toro richiede. Bisognerà dunque aspettare per vederlo a pieno regime e pazientare ulteriormente per far sì che risulti perfettamente integrato. Non è escluso che Juric gli conceda già un assaggio di Serie A nella gara di Cremona, per cui parte chiaramente dietro nelle gerarchie rispetto al più affiatato trio sopracitato. Man mano crescerà il minutaggio e anche i piacevoli problemi di Juric che, una volta rientrato anche Zima, potrà contare su un reparto arretrato ricco a livello numerico.  

Perr Schuurs
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 24-08-2022


32 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Jones
Jones
1 mese fa

a Cremona immagino possa entrare solo a partita chiusa in un modo o nell’altro,salvo infortuni o ammonizioni pericolose

ardi06
ardi06
1 mese fa

È la zona di campo in cui teoricamente siamo messi meglio. Scrivere però che è un reparto ricco di interpreti non è vero, con l’esclusione di Izzo ne manca uno, anche se molto peggio ad oggi il centrocampo con due veri titolari di cui uno con problemi Lukic, e fra… Leggi il resto »

ardi06
ardi06
1 mese fa
Reply to  ardi06

Sulle fasce mmh, speriamo vojvoda continui a crescere, che singo finalmente faccia il salto di qualità, che lazaro rinasca e che aina sia almeno un buona alternativa. Troppi speriamo, poche certezze

Scimmionelli
Scimmionelli
1 mese fa
Reply to  ardi06

Vojvoda e Singo sono certezze. Singo deve solo trovare la condizione. Troppe patatine fritte quest’estate…

Scimmionelli
Scimmionelli
1 mese fa
Reply to  ardi06

“con l’esclusione di Izzo ne manca uno” Dipende, se Bayeye puo’ fare il braccetto (anche come riserva) siamo a posto e i 2 investimenti saranno altrove. Altrimenti serve uno.

gdl granata
gdl granata
1 mese fa
Reply to  Scimmionelli

Cimmi, io uno che ha dimostrato di poter fare benissimo il braccetto forse te lo potrei anche suggerire…

Dhrama
Dhrama
1 mese fa

Visto l’investimento fatto dovrà giocare per forza, ma senza fretta, al momento la difesa tiene. Su Buongiorno centrale, però, non condivido l’entusiasmo manifestato su altri articoli. Magari si farà, lo spero, ma a me ad oggi non dà tutta sta sicurezza.

Troposfera Granata
Troposfera Granata
1 mese fa
Reply to  Dhrama

Per me è migliore Zima come centrale; Buongiorno lo vedo meglio come braccetto sx. Attualmente però il primo è infortunato e il secondo se la cava, dando tempo al Sciùr di prendere le misure della difesa secondo Juric.

Dhrama
Dhrama
1 mese fa

Concordo

La previsione del CIES: il Torino arriverà all’11^ posto

La Fondazione Filadelfia si schiera con gli Stati Generali Granata per la riapertura del cortile: ecco il comunicato