Il Senegal si impone sulla Polonia per 2-1, Niang crea molto, corre e segna anche il secondo gol della partita. Ottima prova per l’attaccante del Torino

M’Bayé Niang si riscatta. Ma non con la maglia del Torino, bensì ai Mondiali di Russia 2018. L’occasione è la prima gara ufficiale: Senegal-Polonia, terminata con il risultato di 2-1. E l’attaccante granata è pressoché decisivo. Altre motivazioni, senza dubbio, ma raramente si sono viste prestazioni come quella di oggi con la maglia del Torino. Sono felice per me e per la squadra, abbiamo iniziato il Mondiale con una vittoria, non potevamo chiedere di meglio”, ha detto a fine partita il senegalese. L’attaccante corra, sbuffa, crea, lotta, e si conferma tra i protagonisti della rosa. Grazie a lui viene propiziata infatti la prima rete della gara, un autogol fortunoso di Cionek al 37′, che mette la Polonia in grande difficoltà. Il Senegal però non si rilassa, e continua a lottare.

Senegal-Polonia, di Niang il gol del 2-0

E al 60′ arriva la rete proprio di Niang: topica in difesa di Krychowiak e topica in uscita di Szczesny. L’attaccante del Senegale e del Torino non molla e riesce a insaccare, esplodendo di felicità per la rete segnata. Proprio un bel momento per il giocatore, che resta in campo fino al 75′ (in panchina invece Alfred Gomis), ed esce tra gli applausi. A nulla serve la rete all’86’ proprio di Krychowiak. Con questi 3 punti, il Senegal agguanta il Giappone e comincia nel migliore dei modi. Con un Niang in più. “Dove possiamo arrivare? Oggi è iniziata la nostra storia, vogliamo scriverla il più lunga possibile, andare il più avanti possibile”. 


11 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
gix
gix
3 anni fa

guardata per vedere come se la cavava,molto bene,nonostante una buona occasione sprecata nel primo tempo,bravo M’Bayé

Troposfera Granata
Troposfera Granata
3 anni fa

niang MAI VISTO CORRERE COSI’

Troposfera Granata
Troposfera Granata
3 anni fa

topica in uscita di Szczesny PERIN GODE

Serbia: Ljajic parte titolare ma non convince, vittoria contro il Costa Rica

Argentina, Ansaldi: “Sto vivendo un sogno”