Wilfried Singo non ha iniziato nel migliore dei modi la stagione, ora ha perso anche il posto da titolare sulla fascia destra

Le due panchine consecutive contro Empoli e Juventus sono state un primo segnale chiaro, se non bastasse Juric il messaggio lo ha ribadito senza troppi giri di parole: “Singo deve riconquistare il suo posto, Aina in questo momento sta facendo meglio”. In altre parole, le prestazioni del numero 17 in questo inizio di stagione non sono piaciute al tecnico croato (e non solo all’allenatore): la partita contro il Cittadella è stata la prima occasione per il terzino ivoriano per ribaltare le gerarchie, una chance che non ha però sfruttato nel migliore dei modi.

Singo non convince a pieno

La prestazione di Singo è stato buona ma il terzino non è riuscito a incidere come, per esempio, ha fatto Vojvoda sull’altra fascia: dai piedi del kosovaro è partito il cross che ha portato al 2-0 di Pellegri e con un pregevole colpo di tacco ha fornito l’assist per il 3-0 di Schuurs. Singo è rimasto nel vivo del gioco, nel primo tempo è arrivato anche un paio di volte alla conclusione andando a raccogliere i cross provenienti dalla fascia opposta, con il passare dei minuti la sua prestazione è però calata d’intensità.

Torino, Singo chiamato al salto di qualità

Da Singo in questa stagione ci si aspettava il definitivo salto di qualità: finora ha dimostrato di avere ampi margini di crescita, di essere un giocatore che in prospettiva può diventare molto importante, tanto da essere seguito da diverse società importanti in Italia (l’Inter su tutte) ma anche all’estero (piace al Tottenham). Fino non è ancora riuscito ad alzare il livello delle sue prestazioni: deve però trovare il modo di farlo al più o gli spazi in campo per lui saranno sempre di meno.

Wilfried Singo
Wilfried Singo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 19-10-2022


17 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
PaulinStantun
PaulinStantun
1 mese fa

Singo dimostra che non sbaglio mai una previsione: dopo le prime due o tre partite profetizzai fin da subito che entro un paio d’anni sarebbe finito in una grossa squadra (grossa non è gobba o strisciata milanese ma bayern, liverpool, barcellona)… ehm… non è proprio andata così… Purtroppo il ragazzo,… Leggi il resto »

oroToro
oroToro
1 mese fa
Reply to  PaulinStantun

ahem, ok su esordio di straripante fisicità, ma l’esordio straripante di buone giocate tecniche… meh, insomma, a me è parso abbastanza un esordio parco di buone giocate tecniche. Certo l’esordio era promettente. ma dopo due anni si sarebbe dovuto vedere qualche importante evoluzione nella tecnica. Almeno un percorso simile a… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa

Mi piacciono molto i commenti di sotto, li trovo corretti e quindi mi accodo Si, Singo sta giocando male, è chiaro a utti. Vedo involuzione, più che mancata crescita, qualcosa non funziona Si sa che ha avuto qualcosa del tipo “pubalgia”, ma credo sia passata. Juric lo avrebbe detto, invece… Leggi il resto »

odix77
odix77
1 mese fa

involuzione? no non concordo… singo ha fatto in generale qualche discreta prestazione ogni tanto … ha fatto qualche gol come quinto di testa…. ha però sempre palesato gli stessi identici difetti di oggi : buona prestanza fisica ma quasi sempre la giocata sbagliata.-..questo è stato singo da sempre…. ogni tanto… Leggi il resto »

oroToro
oroToro
1 mese fa
Reply to  odix77

Indisponente no, dai. Tecnicamente… lasciamo stare 🙂 Oh, poi magari, come dice Ivan di Sanabria, impazzisce e comincia a sfornare assist su assist. Magari.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa
Reply to  odix77

Resto della mia idea
Io invece ricordo partite molto valide e giocate davvero forti. Certo, andava via di potenza ma il deibbling gli riusciva spesso
Oggi non lo tenta nemmeno
Deve essere successo qualcosa
Involuto

gpt71
gpt71
1 mese fa

Titolare uno che ogni partita fa danni??? Atalanta, derby… Ecc….

Garbett, buona la prima: esordio e gol sfiorato contro il Cittadella

L’urlo di Radonjic due mesi dopo: si sblocca dopo un lungo digiuno