Sintesi e commento del primo tempo di Milan-Torino, sfida valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia

Assist di Bayeye, gol di Adopo. Sembra incredibile considerato il minutaggio dei due in questa stagione, eppure sono loro a portare il Toro ai quarti di finale di Coppa Italia. Il gol dell’ex Primavera a San Siro vale oro, anche perché la squadra era in quel momento in dieci uomini. Al turno successivo la Fiorentina o la Sampdoria.

I supplementari

All’8′ del primo tempo la conclusione di Lukic dal limite, col pallone che finisce alto. Un minuto dopo Dest ci prova dalla distanza ma trova il portiere del Toro. Poi al 10′ ancora Toro con Linetty che da fuori tira alto non centrando lo specchio pur avendo la migliore delle visuali. Nel secondo tempo supplementare ancora un cambio: Singo stanchissimo lascia spazio a Bayeye. L’ex Catanzaro servito da Lukic la mette in mezzo all’are dove Adopo batte Tatarusanu mandando in visibilio i tifosi nel settore ospiti ma pure i compagni. Il Milan si butta in avanti alla ricerca del pareggio ma il Toro difende quel vantaggio con le unghie e con i denti.

Il secondo tempo: Pioli manda in campo i titolari

Nessun cambio nella ripresa. Sia Pioli che Juric ripropongono lo stesso undici visto nel primo tempo. Non è una prima parte di frazione ricca di occasioni e allora intorno al ventesimo il rossonero decide di cambiare. Dentro Leao e Messias, con l’ex Crotone subito pericoloso: conclusione che finisce di pochissimo fuori dalla porta difesa da Milinkovic-Savic. L’episodio che complica la serata del Torino, che aveva da poco alzato i giri è quella del 25′: secondo giallo a Djidji, costretto a lasciare il campo. C’è una leggerezza di Rodriguez, che di testa cerca il compagno non servendolo al meglio e costringendolo al fallo su Messias. Juric deve rinunciare a Sanabria, sacrificato per poter mandare in campo Zima. Pioli continua con la sua girandola di cambi, con la fisionomia della squadra che somiglia col passare dei minuti a quella titolare. Dentro anche Giroud e Theo, mentre Juric richiama Vlasic e Rodriguez, in campo vanno Vojvoda e Linetty. Il Milan preme, il Toro in dieci si difende strenuamente. Esce anche Miranchuk, ora in campo c’è Seck. Dopo sette minuti di recupero si chiude anche il secondo tempo: servono i supplementari.

Primo tempo: il palo di De Ketelaere

Per la sfida di San Siro Juric sceglie la miglior formazione possibile. In difesa torna Djidji al posto di Zima, mentre Rodriguez non va ad occupare la solita posizione. Confermato Buongiorno, a completare il terzetto con Schuurs, perché lo svizzero gioca a tutta fascia, sulla sinistra, al posto di Vojvoda. Sanabria confermato al centro dell’attacco, mentre alle sue spalle accanto al titolarissimo Vlasic c’è Miranchuk. La partita non si accende immediatamente ma quando accade la prima occasione è del Toro. Sanabria protegge palla e serve Lukic che a tu per tu con Tatarusanu è fermato dai piedi del portiere del Milan. Subito lo spavento, la squadra rossonera inizia ad alzare il proprio baricentro per provare ad avvicinarsi dalle parti di Milinkovic-Savic. C’è più pressione rossonera nei minuti successivi ma l’occasione più grossa è quella del 26′, quando su calcio d’angolo De Ketelaere colpisce di testa il palo più lontano dal portiere granata. Il Toro fatica a farsi vedere nella metà campo avversaria: al 38′ Singo tenta una rovesciata dal limite, troppo telefonata. Nel finale pericoloso ancora De Ketelaere con un tiro potente dal limite che il portiere granata respinge in angolo in qualche modo. Si chiude il primo tempo sullo 0-0.

Michel Adopo e Brian Bayeye esultano
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 11-01-2023


45 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Jones
Jones
19 giorni fa

ancora godo,bravissimi i nostri ragazzi in particolare i subentrati Seck compreso,molto utile nel tenere su il pallone,pensavo dovesse mettere Radonjc per sfruttare gli spazi,ma ha avuto ragione il Mister

leftwing
leftwing
19 giorni fa
Reply to  Jones

Tutto vero.Considerando l’intera partita, una menzione speciale la farei per Ricci. Non solo ha messo ordine in un centrocampo dominato da atletismo e confronti individuali, ma a sua volta ha corso e contrastato per tutto il tempo.La “qualità”? Eccola.

odix77
odix77
19 giorni fa
Reply to  Jones

si deve essere onesti : mentre bayeye nessuno lo aveva visto e cmq continuiamo a non saperne niente, adopo aveva già fatto discrete apparizioni mentre seck era sempre o quasi risultato molto pasticcione e fumoso…. ieri invece benissimo. per assurdo messo in un ruolo non suo, ha sempre tenuto palla… Leggi il resto »

Troposfera Granata
Troposfera Granata
19 giorni fa

La purga di Pioli si chiama SLBA (Seck Lukic Bayeye Adopo).

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
19 giorni fa

Ieri sera, lo ammetto, mi sono dato alla pazza gioia. “Ricordando” agli zerotreini i loro mesi di perculamento ai nostri giovani!!! Faccio notare, molto semplicemente, che la narrativa zerotreina prevede per loro il diritto di perculare a vita i nostri ragazzi Mentre noi, in caso di rivalsa dei nostri, dovremmo restare… Leggi il resto »

Milan-Torino: De Ketelaere in cerca di riscatto affronta Schuurs

Bayeye, che favola: 0 minuti in Serie A, 1 assist d’oro a San Siro