Entra nel secondo tempo supplementare al posto di uno sfinito Singo e serve ad Adopo il pallone che vale i quarti di finale di Coppa Italia

Fino a ieri sera Brian Bayeye era una sorta di oggetto misterioso per i tifosi del Torino: nelle partite ufficiali, tra campionato e Coppa Italia, non aveva praticamente mai giocato (appena 7 minuti contro il Palermo ad agosto) e anche contro il Milan avrebbe dovuto guardare i compagni giocare dalla panchina. Il calcio però non è prevedibile, capita quindi che un Torino in inferiorità numerica per l’espulsione di Koffi Djidji riesca a trascinare il match ai tempi supplementari e che 9 minuti prima dei calci di rigore uno sfinito Wilfried Singo alzi bandiera bianca e chieda il campo. Ecco allora che arriva l’occasione della vita per Bayeye, pronto a entrare sulla destra con il difficile compito di arginare su quella fascia le accelerazioni di Theo Hernandez e Rafael Leao.

Per Bayeye serata da sogno

Trascorrono invece altri tre minuti e di fronte Bayeye si apre una prateria: il numero 2 senza pensarci ci si fionda, Lukic lo vede e gli serve un pallone sulla corsa, a quel punto al terzino non resta che fare quello che fino a poco tempo faceva con la maglia Catanzaro: correre più veloci degli avversari sulla fascia. Certo i campi della Serie C non sono come San Siro e anche gli avversari sono differenti ma Bayeye non ci pensa e corre. O forse, al contrario, ci pensa e trovo proprio in quello stadio e in quell’avversario che sta affrontando le forze per scattare ancora più velocemente e servire a Michel Adopo un pallone che è solo da spingere in fondo alla rete. Zero minuti in Serie A ma un assist d’oro direttamente dalla Scala del calcio contro uno dei club più titolati al mondo: magia del calcio. E ora Bayeye si gode la serata da eroe con la speranza che proprio quell’assist possa rappresentare un nuovo inizio per la sua avventura al Torino.

Brian Bayeye in Milan-Torino
Brian Bayeye in Milan-Torino
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 12-01-2023


54 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
eugenio morosini
eugenio morosini
16 giorni fa

A circa venti minuti dal termine il tecnico del Milan, Campione d’Italia, ricorre ai big superpagati di fama internazionale per abbattere il fortino del Toro, decimato in inferiorità numerica, il quale resiste stoicamente all’assedio con un assetto difensivo la cui prestazione dei singoli si rivela assolutamente superlativa sotto l’aspetto tecnico… Leggi il resto »

Troposfera Granata
Troposfera Granata
16 giorni fa

Che cos’è, l’Istituto Luce?!

eugenio morosini
eugenio morosini
16 giorni fa

In questo sito il tema è esclusivamente il Toro e quindi si ignorano le assurde e farneticanti provocazioni da autentiche “iene da tastiera”, come i media definiscono determinati utenti della Rete.

Troposfera Granata
Troposfera Granata
16 giorni fa

Euge’, ti stai allargando sempre più in noiosi sproloqui scritti con toni da Istituto Luce.
Sintesi, sintesi!

eugenio morosini
eugenio morosini
16 giorni fa

Non sei assolutamente tenuto a leggere i miei post. Sono un cultore della Lingua Italiana per cui sono appassionato della scrittura. Nell’eventualità tu ritieni gli stessi commenti personali eccessivamente prolissi in quanto ti tediano, ti suggerisco umilmente di passare oltre, credimi. in quanto le critiche ritenute costruttive sono ben accettate… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
16 giorni fa

per quel che mi riguarda, varrebbe anche per te 0.3eugenio 0.3eugenio: “Non sei assolutamente tenuto a leggere i miei post.” la narrativa zerotreina prevede per loro il diritto di perculare a vita i nostri ragazzi Mentre noi, in caso di rivalsa dei nostri, dovremmo restare poi MUTI, altrimenti saremmo PROVOCATORI.… Leggi il resto »

mavafancairo
mavafancairo
16 giorni fa

Grazie Eugenio per averci fatto rivivere, con la tua sempre magistrale scrittura, i momenti salienti di una serata finalmente indimenticabile (una delle rarissime perle con cui abbellire i nostri colori dall’inizio di questo secolo). Non saranno gli insensati quanto puerili commenti sparsi tra ieri e oggi a iosa da uno… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
16 giorni fa
Reply to  mavafancairo

0.3mavafa (15/11/2022) : “…hahahahahahahahahahahahahaha warming, seck, ilkhan e bayeye tutti proiettati verso l’olimpo del calcio internazionale, ….”

Eh si, questo si che è stile “vecchi tempi”
Esprime sentimenti profonsdi

Nel frattempo, e per un pochino , ingoiate il pillolone

Seck Bayeye Savic Adopo



mavafancairo
mavafancairo
16 giorni fa

wow, giddino gidiota mi cita, come si fa con i grandi pensatori… son soddisfazioni !

eugenio morosini
eugenio morosini
16 giorni fa
Reply to  mavafancairo

Simpatico nickname, ti ringrazio per il complimento !

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
16 giorni fa

0.3eugenio, il super partes a parole, si schiera chiaramente. (PS ricorda molto qualcuno prima di lui, stesso stile…nick diverso) non sarò lungo (e noioso) come lui; c’è già chi glielo ha fatto notare Gli rammento solo che la narrativa zerotreina prevede per loro il diritto di perculare a vita i… Leggi il resto »

odix77
odix77
16 giorni fa

pensa a quante turbe devono avere quelli che hanno passato mesi a sfa.nculare questi giovani che ieri sera hanno portato il Toro ad una grande partita

T9
T9
16 giorni fa

Bayeye già da stamani ritornerà ad essere una pippa come dice Vanni, però ammettiamolo ….. SON SODDISFAZIONI 🙂

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
16 giorni fa

Bayeye, il più perculato dagli zerotreini Almeno per un po’ diverrà il loro peggiore incubo Insieme a Seck, che in un paio di movimenti ha fatto vedere che i piedi ci sono. Poi si vedrà se sboccerà o meno Per culato SOLO PERCHè PROVENIENTE DALLA SPAL!!! Guardate dove arriva il… Leggi il resto »

Che Toro a San Siro! Bayeye e Adopo mandano a casa il Milan

Bayeye, che serata: “Io e Adopo contentissimi, speriamo di arrivare in fondo, noi ci crediamo”