Sintesi e commento di Torino-Lazio: al Grande Torino non si va oltre il pareggio. I granata trovano continuità

Buona la prima in casa per il Toro che al Grande Torino disputa una partita di cuore e grinta, tiene a bada una Lazio pericolosa solo a tratti e si porta a casa un pareggio a reti bianche che non emoziona, viste le pochissime occasioni per parte, ma che permette al Toro di dare continuità ai risultati.

Torino-Lazio, il primo tempo

Seconda giornata di campionato, prima casalinga per il Torino di Juric che per l’occasione accoglie la Lazio guidata da Maurizio Sarri. Dopo la sfida contro il Monza, dunque, arriva il primo impegno di altissimo rilievo per i granata che, dopo le polemiche seguite al comportamento di Sasa Lukic e le scuse del giocatore, ritrovano anche proprio il serbo tra i convocati ma non ancora tra i titolari. Solo panchina per lui con Juric che, al suo posto, si affida ancora a Linetty. Trova invece la prima da titolare Vlasic. Primo gande test per il Toro, si diceva, ma i granata non sembrano soffrire di timore reverenziale tanto che bastano appena 4 minuti per vederli dalle parti di Provedel. Primo angolo del match, il portiere biancoceleste esce a vuoto ma Singo non sfrutta l’occasione e manda alto sopra la traversa. Quattro giri di lancette e l’occasione si ripresenta: Linetty recupera palla e lancia Sanabria che si fa trovare prontissimo. Dal limite dell’area calcia di destro e rasoterra lascia partire un missile che esce alla destra di Provedel. Primi veri brividi per la Lazio. Una Lazio che a tratti gestisce il possesso palla ma che non riesce a trovare i giusti spazi per impensierire Milinkovic-Savic complice anche il buon lavoro della difesa granata. Bisogna attendere il 24’ per vedere la prima conclusione dei biancocelesti verso la porta del Toro: uno-due tra Zaccagni e Marusic che va alla conclusione, l’estremo difensore granata chiude sul primo palo bloccando una sfera potenzialmente pericolosissima. Dopo qualche minuto di studio, è il Torino a rialzare i ritmi e al 37’ sono Rodriguez e Radonjic a impensierire la Lazio. Ottimo lo scambio tra i due con il capitano che cerca la conclusione. La palla finisce “fortunatamente” alta sopra la traversa: Radonjic aveva infatti fatto uscire la sfera in precedenza rendendo vano qualsiasi altro esito. Nel complesso, un primo tempo equilibratissimo con un’occasione per parte a regalare qualche brivido alle due squadre che rientrano negli spogliatoi sullo 0-0.

Torino-Lazio, il secondo tempo

Nessun cambio tra le fila delle due squadre che, al rientro dagli spogliatoi, rimettono in campo lo stesso copione della prima frazione di gara. Al 6’ è Radonjic a cercare la conclusione ma il pallone è impreciso e sfila sul fondo. Quattro minuti più tardi, arriva però il primo errore sfruttato benissimo dalla Lazio. Linetty perde palla a centrocampo, Felipe Anderson parte in velocità per servire Immobile che prima punta Buongiorno poi di sinistro va alla conclusione. Fortunatamente Vanja non si fa sorprendere e blocca tutto. Al 16’ Sarri prova a sbloccare la situazione con un doppio cambio: dentro Basic e Marcos Antonio, fuori Vecino e Cataldi. Uno scossone che sembra dare i suoi frutti, almeno dal punto di vista dell’atteggiamento dei biancocelesti che alzano ritmo e baricentro e si portano vicinissimi al gol. Al 18’, infatti, è ancora Immobile a impegnare la difesa granata con Djidji bravo a deviare in angolo e salvare la situazione. Anche per Juric arriva il momento di cambiare qualcosa in campo: fuori tra gli applausi Ricci Sanabria e Singo dentro Sasa Lukic, Pellegri e Lazaro. I ritmi tornano a riassestarsi e le due squadre si fronteggiano a viso aperto ma senza trovare il guizzo vincente. Al 37’ Juric prova l’ennesimo cambio: fuori Radonjic, dentro Seck nel tentativo di mettere forze nuove e cercare di sbloccare il match. Pochi minuti più tardi, il Toro ci prova da calcio d’angolo, conquistato da Rodriguez su punizione: corner sprecato però malamente dai granata che tentano lo schema regalando di fatto il pallone agli avversari. Nei 3 minuti di recupero, il Toro cerca gli ultimi assalti del match ma la difesa biancoceleste è attenta e il match si chiude sullo 0-0.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 20-08-2022


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
natali giancarlo
natali giancarlo
5 mesi fa

Grazie a zio Vanja abbiamo evitato l’ennesima beffa contro i burini.Direi un buon punto ottenuto anche con il sostegno di una Maratona gremita ove era esposto uno striscione eloquente.Forse mi sono distratto ma per fortuna” non ho avuto il piacere “di vedere in tribuna il “beneamato” con tramezzino e minerale… Leggi il resto »

salacercipersempre
salacercipersempre
5 mesi fa

Che paxxle! Mainàgioia! Vero che non malaccio per chi si accontenta e sa bene potremmo rischiare la B con l ennesima estate folle della società ed un Mister che ha alcuni nuovi a stagione iniziata e manco tutti i necessari, sprecando 40 gg di preparaione! Ma noi che abbiamo avuto… Leggi il resto »

Jones
Jones
5 mesi fa

4 punti mi soddisfano,ma sprechiamo tutte le energie creando nulla,ovvio che poi si paga o si rischia di pagare,comunque bravi

Bologna65@
Bologna65@
5 mesi fa
Reply to  Jones

Hai ragione tanto fumo e niente arrosto. Poche emozioni per noi perché loro hanno avuto 2/3 pallegol. Loro hanno un centravanti noi no.

Parolo: “Torino squadra difficile, ti fa giocare male. Serve il giusto approccio iniziale”

Buongiorno non fa rimpiangere Bremer. E per Schuurs non c’è fretta