Inter-Torino 3-1, i Top e i Flop della sfida contro i neroazzurri

Singo e Millico stupiscono, la difesa fa ancora acqua: Top e Flop di Inter-Torino

di Veronica Guariso - 14 Luglio 2020

Top e Flop di Inter-Torino / Bene i giovani subentrati ad i compagni, che con il Gallo, hanno stupito. Difesa ancora in errore, così come Massa

Anche contro l’Inter, la salvezza è stata rimandata ad un altro giorno. Se l’inizio del match sembrava promettente, grazie al gol fortuito di Belotti, realizzato su un errore di Handanovic, ci è voluto poco per far rientrare i neroazzurri in partita. La squadra di Conte, che nell’ultimo periodo ha sofferto parecchio le rimonte avversarie, è riuscita ad invertire la rotta proprio contro il Torino, passando da uno svantaggio di un gol, ad un 3-1 in soli 13 minuti. I granata, che hanno provato a restare in partitafino alla rete di Lautaro Martinez, hanno pagato anche una scelta dell’arbitro Massa, su un tocco di braccio di Bastoni. Longo ed i suoi dovranno ora riporre ogni speranza nello scontro diretto contro il Genoa.

Inter-Torino 3-1: i Top

Belotti, il motore della squadra. Se al Toro non sembrerebbe girare bene, lo stesso non si può dire del capitano granata, che ha portato a casa due record. Poche le note liete nella sfida contro l’Inter e tra queste non può mancare il Gallo, che ancora una volta ne è uscito vincitore nonostante il risultato finale. Come di consueto dalla fine del lockdown, è grazie a lui se gli avversari non hanno chiuso la sfida a reti inviolate. Al 17′ ha infatti approfittato di un errore di Handanovic e, con una zampata vincente, lo ha beffato, portando il Torino in vantaggio. Insufficienti poi gli sforzi di trovare il raddoppio, ma la sua resta una prestazione di spicco. Con la rete numero 15 in stagione, ha eguagliato il record di Rizzitelli ed Immobile con un gol in 6 partite consecutive. Inoltre è il secondo anno di fila che riesce a realizzare 15 gol, cosa ce non si verificava dai tempi di Pulici e Graziani.

Millico e Singo, giovani promettenti. Anche i due giovani provenienti dal vivaio del Toro si sono messi in luce. Entrambi sono entrati bene in partita, dando qualche guizzo e quella freschezza necessaria a tentare il tutto per tutto. Singo, subentrato a De Silvestri al 64′, ha avuto più spazio rispetto al compagno, che invece ha disputato solamente 14 minuti regolamentari più recupero. Gli sono bastati però per mettere in mostra ancora una volta le doti tecniche e la precisione che lo caratterizzano. Entrambi hanno saputo sfruttare bene il poco tempo a disposizione e potrebbero ottenere qualche occasione in più entro la fine della stagione.

Inter-Torino 3-1: i Flop

Ancora errori in difesa. Con il Torino in difficoltà, uno dei reparti che non è ancora riuscito a risollevarsi è la difesa. Punto di forza dello scorso anno, si sta rivelando il problema principale del Torino. Anche contro l’Inter, le disattenzioni e la fatica ad arginare gli avversari sono costate care. Le prime due reti sono arrivate in modo simile: la prima è nata da un cross di Brozovic profondo verso Lautaro, marcato da Izzo che ha tentato di contrastarlo di testa. L’argentino ha poi servito Young, con Bremer e Nkoulou che lo hanno lasciato libero, permetendogli di mandare la palla nella parte destra dello specchio. Anche la seconda rete ha sfruttato lo stesso schema, con Sanchez, servito da Young, che ha creato la sponda per Godin, in rete di testa, sempre nello stesso punto. In questo caso, il gol era nell’aria, con troppi giocatori dell’Inter liberi davanti a Sirigu.

La scelta di Massa di non andare al Var. Non solo i giocatori del Torino hanno colpe però. Anche l’arbitro Massa ha la propria parte di responsabilità. Una direzione di gara molto severa, con diversi cartellini estratti, ma che si è invece rivelata superficiale sull’episodio più controverso del match. Al 38′, Bastoni ha infatti colpito la palla, crossata da De Silvestri verso Belotti, con parte del braccio. La Serie A è diventata il campionato con più rigori concessi per tocchi di mano e la volontarietà ha cominciato ad assumere un certo peso. In episodi come questo, è spesso necessario un consulto del Var, che potrebbe chiarire le idee e cambiare le sorti del match. Massa ha invece preferito non affidarsi alla moviola, presieduta da Nasca, facendo proseguire il gioco. La volontarietà era abbastanza evidente ed in caso di rigore realizzato, i granata si sarebbero portati sul 2-0, tagliando le gambe agli avversari.

Vincenzo Millico e Marco Parolo in Torino-Lazio 1-2
Vincenzo Millico e Marco Parolo in Torino-Lazio 1-2

5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
2 mesi fa

l’ho scritto e lo riscrivo. messa a refrto le inconsistenze e le negatività della squadra, come tifosi del Toro non possiamo sempre girarci dall’altra parte. o pararci il cubo dicendo per ogni cosa che è colpa di cairo 1-0 ricgore non concesso a noi; se andiamo sul 2-0 forse la… Leggi il resto »

Last edited 2 mesi fa by GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
rotor
rotor
2 mesi fa

Basta con Izzo .

VincenT
VincenT
2 mesi fa

Scusate, a parte il rigore, ma il fuori gioco sul goal di Godin, lo vedo solo io?
Rientrano tutti in tempo e rimane da solo Godin insieme ad altri, e poi di sponda segna e Izzo che va a farfalle…

ferrante84
ferrante84
2 mesi fa
Reply to  VincenT

Ciao Vincent, purtroppo no, il gol è regolarissimo. Ci sono almeno Izzo e Ansaldi che tengono in gioco Sanchez sul lancio di Young. E poi sul colpo di testa di Sanchez non è fuorigioco perché Godin è in linea con lui, quindi tutto regolare purtroppo.

VincenT
VincenT
2 mesi fa
Reply to  ferrante84

Ciao ferrante84, ti ringrazio per il confronto e oramai non ha più nessun valore se non per noi, ma ti confesso che ho ancora molte riserve a riguardo, perché ho rivisto bene, non ne sono certissimo, ma la posizione di Godin, mentre tutti rientravano era oltre la linea, il problema… Leggi il resto »