Nella seconda frazione di gioco del match contro la Lazio in campo c’erano 7 granata su 11 che sono degli Under 23

Il Toro ormai da diverso tempo ha già lo sguardo rivolto al futuro. I granata sono sempre più orientati a puntare su una linfa verde con giovani talenti da far crescere in maniera costante. A testimoniarlo è il fatto che, nel secondo tempo del match contro la Lazio, ben 7 giocatori su 11 erano under 23. Ecco l’elenco: Alessandro Buongiorno e David Zima in difesa, l’esterno Wilfred Singo, Tommaso Pobega e Samuele Ricci in mezzo al campo, Josip Brekalo sulla trequarti e infine Pietro Pellegri in attacco. Con il numero 64 granata che ha anche segnato il gol del momentaneo 0-1, realizzando così la sua prima rete in Serie A con addosso la maglia del Toro. Tutti questi giovani stanno conducendo un buon campionato, anche grazie all’ottimo lavoro che sta portando avanti Ivan Juric che, ancora una volta, si sta dimostrando molto bravo nel lanciare e valorizzare i giovani a disposizione.

Solo due squadre in Serie A sono più giovani del Toro

Il fatto di aver schierato 7 giocatori under 23 nella ripresa di un match contro una squadra importante come la Lazio, che sta lottando per raggiungere una posizione europea, è stato un bel segnale lanciato dal club granata. Anche perché i granata sono persino andati vicinissimi a vincere la partita. Il Toro tra l’altro è la terza squadra più giovane di tutta la Serie A, con un età media di 25 anni e 290 giorni. Solo lo Spezia, prossimo avversario dei granata, e l’Empoli hanno un’età media più bassa rispetto a quella dei granata. Per tornare alla partita giocata contro la Lazio, c’è da sottolineare che tra il 74’ e 90’ minuto il Toro aveva un’età media di 24 anni spaccati. Età media alzata da Etrit Berisha, che di anni ne ha 33. La morale è che il Toro punta sui giovani. Questo è fuori dubbio.

Samuele Ricci
Samuele Ricci
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 20-04-2022


3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Davide Junior1968
Davide Junior1968
29 giorni fa

Borsano ha mandato il Toro a gambe all’aria ma tra lui e il suo prestanome Goveani in 3 anni ci hanno regalato un terzo posto in campionato, una finale Uefa e una Coppa Italia in bacheca, questo per 17 anni non ha combinato NULLA dal lato sportivo e ora ha… Leggi il resto »

andrepinga
andrepinga
29 giorni fa

ecco, questa e’ la strada. Collegandomi all’articolo precedente, il passivo di bilancio si elimina cosi’. Investendo sui giovani, con costo di cartellino e ingaggio sostenibile per una realta’ come la nostra.
Gli zaza, verdi, e compagnia cantante sono stati errori/orrori che non possiamo piu’ permetterci.

Sunnapunna
Sunnapunna
29 giorni fa
Reply to  andrepinga

Esatto… Immagino parlando del Sassuolo Che x esempio raspadori scamacca L attacco della Nazionale sono stipendiati meno della meta di un izzo x esempio…

Torino, il bilancio in rosso per il quarto anno di fila: -37,8 milioni nel 2021

Giampaolo, un flop pagato a peso d’oro