Sempre fuori dal ritorno dalla Coppa d’Africa. Il Toro dovrà per forza cederlo, ma sarà impossibile rientrare nell’investimento

Dalla Coppa d’Africa in poi, Ola Aina è un giocatore del Torino soltanto sulla carta. Zero minuti concessi da Juric. Il tecnico sembra proprio non vederlo, nonostante la fiducia del primo scorcio di stagione. Ma come si è arrivati a questo punto? Nell’estate del 2018, il Torino lo prende in prestito oneroso di 600.000 euro. Una stagione piuttosto convincente, la prima sotto gli ordini di Walter Mazzarri. Il riscatto è meritato e la società sborsa quasi 10 milioni per assicurarsi il cartellino. L’annata seguente è purtroppo un disastro, non solo per lui. Dall’eliminazione con i Wolves sino a un finale di stagione condotto soltanto a inerzia, sembrava chiaro come fosse più giusto allontanarsi da Torino. Quel periodo storto ha inficiato anche sul suo valore di mercato, passato in una sola stagione (secondo Transfermarkt) da 10 a 7 milioni.

Fiducia di Juric sfumata in poco tempo, dopo il prestito in Premier

Il Fulham ne spende 2.5 per assicurarselo in prestito, dopo la promozione in Premier League. La retrocessione, per il valore della rosa, era abbastanza scontata. Nonostante ciò, il nazionale nigeriano aveva ben figurato. Juric infatti, una volta rientrato dal prestito, si fida di lui. Col tempo però il rapporto si fa sempre più scricchiolante, fino ad implodere. Aina ritorna lo stesso di due stagioni fa: indolente, poco concentrato e impreciso tecnicamente. La cessione a gennaio è più che scontata, se non fosse per la maledizione ancora sconosciuta che ha toccato Mohamed Fares. Ma piuttosto che lanciarlo sul terreno di gioco, Juric gli preferisce Vojvoda adottato ad esterno a sinistra.


Aina sicuro partente ma a una cifra al ribasso

Non a caso, dal ritorno in Coppa d’Africa non ha proprio visto il campo, con tanto di esclusione dai convocati in occasione della gara con l’Inter. Ma quanto può giovare questo modus operandi del tecnico per le casse della società? Il valore di mercato dell’esterno nigeriano sta colando a picco. Impossibile rientrare in un’investimento totalmente fallito. Dai 10 milioni di acquisto, ad oggi si è passati a una valutazione (sempre secondo Transfermarkt) di soli 4 milioni. Difficile possa allontanarsi più di tanto la cifra di una possibile cessione, anche perché c’è da fare in fretta: il contratto scade il 30 giugno 2023.

Ola Aina
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 25-03-2022


15 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
thethaiman
thethaiman
1 mese fa

Non scriviamo baggianate, Ola Aina non lo vede nessuno, altro che Juric.

tric
tric
1 mese fa

Juric è un buon allenatore, ma non è infallibile. Boiate ne ha già fatte ed il mancato utilizzo di Aina è una di queste. Può rimediare.

mavafancairo
mavafancairo
1 mese fa
Reply to  tric

le boiate le hanno fatte 1) la società che lo ha acquistato per ben 10 milioni 2) il ds che non l’ha ceduto (o scambiato) a gennaio, dato che era già piuttosto chiaro che aveva perso credito con l’allenatore

Fabio (febius6)
Fabio (febius6)
1 mese fa

@Troposfera Granata, sempre convinto che dalle cessioni di Aina e Singo si possano ricavare 25-30 milioni?

Torino, quanti sono gli italiani in rosa? I numeri di prima squadra e Primavera

Vojvoda il gol con il suo Kosovo: un segnale a Juric che aspetta le reti degli esterni