Dopo l’eliminazione dell’Italia dai playoff per il Mondiale torna il dibattito sugli italiani e gli stranieri nelle squadre: la situazione al Torino

L’Italia per la seconda volta di fila non andrà ai Mondiali. Per gli Azzurri è stata fatale la sconfitta rimediata a Palermo contro la Macedonia del Nord. Un crollo davvero difficile da spiegare quello che ha avuto la Nazionale guidata dal CT Roberto Mancini che, dopo aver vinto l’Europeo la scorsa estate, non parteciperà ai Mondiali di Qatar 2022. Dopo questa grande disfatta diverse persone e alcuni aspetti del panorama calcistico italiano sono finiti sul banco degli imputati. Uno di questi è il fatto che la maggioranza dei giocatori presenti nelle squadre di Serie A sono stranieri. Infatti, delle 20 squadre del massimo campionato italiano solo due, ovvero Empoli e Genoa, hanno una percentuale di stranieri al di sotto del 50%. Nel Toro, in una rosa composta da 29 giocatori ben 19 sono stranieri, ricoprendo così il 65,5% della squadra. C’è da sottolineare che invece la Primavera granata viaggia su numeri più bassi: gli stranieri sono il 30% della rosa. Nella squadra di Federico Coppitelli gli stranieri sono 9.

L’allarme lanciato dal CT dell’Under 21 italiana Nicolato

Anche il CT dell’Italia Under 21 Paolo Nicolato diversi giorni fa ha affrontato la tematica del poco utilizzo dei giovani italiani, facendo un vero e proprio appello. Nicolato ha dichiarato: “Il calcio italiano rischia di subire questa situazione, abbiamo bisogno di ragazzi per la Nazionale A. Se continuiamo così, dovremo pescare dalla Serie C o trovare oriundi. In attacco praticamente non gioca più nessuno. L’Europa ci sta insegnando molte cose, dobbiamo avere umiltà e occhi. In alcuni reparti non gioca nessuno. Sono preoccupato, spero non ci siano infortuni”. Sicuramente qualche cambiamento nel calcio italiano dopo questa mancata qualificazione ai Mondiali andrà apportato perché si è toccato il fondo e c’è bisogno di rialzarsi il prima possibile. Per farlo bisogna invertire la rotta che si è seguita fino ad oggi.

Samuele Ricci
Samuele Ricci
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 25-03-2022


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
1 mese fa

I Baggio, Totti, Vieri non ci sono più da tempo, ma a parte Mbappe e qualche brasiliano, neppure all’estero. Certo che spendere soldi o meglio fare affari per portare stranieri come Warming, Damascan, Kojak, Aina & C. meglio andarli a cercare tra Moncalieri e Trofarello.

Belotti, delusione Mondiale: il Gallo guarda l’eliminazione da spettatore

Ola Aina, Juric non lo vede: il suo valore di mercato è in picchiata