Se sul calciomercato non arriverà il vice di Ljajic, Mihajlovic dovrà trovare una soluzione in casa. Gustafson più ai margini: non riesce a imporsi

Non riesce ancora a ingranare Samuel Gustafson. Nemmeno con il cambio di ruolo. La scommessa di Petrachi della scorsa estate, arrivata a sorpresa in una calda giornata d’agosto, ha faticato e sta faticando nel trovare spazio con Sinisa Mihajlovic. Per l’allenatore, l’anno scorso l’ex Feyenoord non era ancora pronto. Adesso, dopo averlo provato da trequartista, il giudizio sembra nuovamente confermato. Ha avuto infatti tutto il sapore di una bocciatura l’impiego dal primo minuto, in Torino-Huddersfield, di Marco Benassi alle spalle di De Luca, come playmaker alto, nel 4-2-3-1 sceso in campo per fronteggiare in amichevole gli avversari inglesi.

Benassi, che pur non ha particolarmente brillato e che continua a essere impiegato fuori ruolo (confermando le sensazioni di calciomercato, secondo cui sia il centrocampista più facilmente sacrificabile tra quelli a disposizione di Mihajlovic), ha di fatto scalzato il compagno. Già nelle precedenti partite, Gustafson non aveva convinto: di qui, l’idea dell’allenatore di provare al suo posto un altro elemento, come vice Ljajic. E la prestazione di Benassi, unita a quella – fortemente negativa, quando subentrato – dello svedese, ha aperto in realtà a una riflessione molto più ad ampio raggio: il Toro ha un rimpiazzo adeguato per sostituire il numero 10? Vero, Berenguer e Falque sono, all’occorrenza, impiegabili anche in quella posizione, per quanto riadattati. Vero, il Toro sta cercando anche un attaccante come spalla di Belotti, che potrebbe essere impiegato in tandem con il Gallo in un 4-4-2, eliminando proprio il ruolo del trequartista. Ma, attualmente, un rincalzo vero e proprio non c’è: e chi potrebbe farlo, sta deludendo.

Un cruccio non da poco per Mihajlovic, e, in verità, anche per la dirigenza granata, intenzionata ad acquistare due giocatori (il terzo, in difesa, è arrivato: N’Koulou) tra cui non compare la figura del vice numero 10. Dopo essersi mosso per Vlasic, talentino croato, il Torino ha puntato su altri giocatori, per altri ruoli. Una riflessione in più potrebbe forse aiutare. Cercando scommesse che, questa volta, possano avere un percorso tutto differente.


28 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Immer
Immer
4 anni fa

Ma tenere Aramu no noi andiamo a prenderli in Svezia gli scarponi ma Petacchi fammi il piacere lo sapevano tutti di quanto era scarso

ToujoursGrenat
ToujoursGrenat
4 anni fa

visto che ci avviciniamo alla fine del mercato è anche ora di guardare ai regolamenti della rosa non vi pare … ho letto che possiamo mandare Lukic a farsi le ossa … ebbene Lukic è uno dei 4 under 21 che non intaccherebbero i 25 della rosa e ha già… Leggi il resto »

madde71
madde71
4 anni fa

sto semolino farebbe panchina nella pro piacenza

Calciomercato Torino, N’Koulou si presenta: “Sono super motivato”

Tessera addio, tornano tamburi e megafoni: tra i giocatori c’è già chi apprezza