Ultime otto giornate per definire i posti europei. Ora davanti ai granata Lazio e Napoli, dietro Fiorentina e Monza

Non c’è più margine d’errore. Con alle spalle il turno pasquale, restano otto giornate per conquistare un piazzamento europeo. Molto dipenderà non solo dal rendimento delle cinque squadre coinvolte, ma dal ranking europeo e dalle conseguenze della Coppa Italia. Attualmente il settimo e l’ottavo posto valgono le trasferte continentali e la situazione di classifica vede avanti Lazio e Napoli rispettivamente a quota 46 e 45. Subito dietro Torino a 44, Fiorentina 43 e Monza 42. Andiamo a dare uno sguardo agli ultimi appuntamenti delle squadre inserite in questa entusiasmante bagarre, da qui al triplice fischio della 38^ giornata.

Toro: Juve, Inter e Milan prima dell’ultima a Bergamo

Partiamo dal nostro core business, il Torino di Juric. Sabato scorso Tonny Sanabria si è presentato davanti a una telecamera per zittire tutti. Una forma forse polemica di esultanza dopo la rete dell’1-0 che ha consentito ai granata di avere la meglio nello scontro diretto con il Monza. Tre punti che sono valsi il sorpasso ai danni degli uomini di Palladino e della Fiorentina. Ora i granata dovranno fare visita all’Empoli, prima di provare a scardinare il tabù derby. Dopodiché il Torino dovrà affrontare squadre tutt’altro che cuscinetto. Frosinone in casa, Inter a San Siro, Bologna in casa, Verona al Bentegodi, l’ultima al Grande Torino col Milan e la trasferta conclusiva di Bergamo, con l’Atalanta.

Lazio, esordio vincente per Tudor

Più avanti di due punti rispetto agli uomini di Juric c’è la Lazio del connazionale Igor Tudor, presentatosi ai nuovi tifosi come meglio non si poteva, con un successo in extremis sulla Juventus firmato Marusic. Primo atto di un trittico di sfide con i bianconeri, con la seconda replica che andrà in scena questa sera nell’andata delle semifinali di Coppa Italia. Sabato la sfida vitale con la Roma, prima della gara dell’Olimpico con la Salernitana, il Genoa al Ferraris, il Verona in casa, Monza fuori, Empoli in casa, Inter a San Siro e l’ultima di fronte al proprio pubblico con il Sassuolo.

Napoli, una Pasqua infelice

Non è stata la miglior Pasqua in casa Napoli. Casatiello e pastiera sono andati di traverso agli uomini di Calzona, sconfitti 0-3 dall’Atalanta e quasi sicuramente estromessi da un insperato discorso Champions. Gli azzurri sono ora piazzati all’ottavo posto a 45 punti e dovranno affrontare subito il Monza, in uno scontro diretto. Tocca poi al Frosinone fare visita al Maradona, poi Empoli al Castellani, “derby del Sole” con la Roma sotto il Vesuvio, Udinese fuori casa, Bologna in casa, Fiorentina al Franchi e infine l’ultima con lo scudetto sul petto al Maradona contro il Lecce.

Fiorentina, la squadra più impegnata

Dietro il Torino, come già anticipato, figurano Fiorentina e Monza, a quota 43 e 42. I viola sono reduci dalla battuta d’arresto interna con il Milan, che ha complicato la situazione di classifica degli uomini di Italiano. La Fiorentina è la squadra sicuramente più impegnata tra le cinque tra Coppa Italia (3 e 24 aprile semifinali con l’Atalanta) e Conference League (11 e 18 aprile con il Viktoria Plzen), e ciò può influire sulla tenuta fisica in questo finale così decisivo. In campionato i viola faranno visita alla Juventus allo Stadium, Genoa in casa, Salernitana all’Arechi, Sassuolo al Franchi, Verona al Bentegodi, due gare in casa con Monza e Napoli prima dell’ultima a Cagliari. Da decidere la data del match di recupero con l’Atalanta al Gewiss Stadium.

Il Monza dalle retrovie

Infine a chiudere il quintetto c’è il Monza, sconfitto proprio dal Torino nell’ultimo turno. Un calendario di certo non invidiabile contro squadre che fino all’ultimo saranno in lotta per i loro obiettivi o di più alta caratura. Nel prossimo weekend la trasferta-scontro diretto col Napoli in casa, la visita al Bologna, Atalanta in Brianza, Lecce fuori casa, Lazio tra le mura amiche, Fiorentina al Franchi in un altro impegno decisivo e infine Frosinone in casa e Juventus all’Allianz Stadium.

Duvan Zapata of Torino FC competes for the ball with Pablo Mari of AC Monza during the Serie A football match between Torino FC and AC Monza.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 02-04-2024


17 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Scimmionelli
20 giorni fa

Ma basta con questa storia dell’Europa tutte le settimane che si vince una partita! Quanti articoli tipo “ultimo treno per l’Europa” avranno gia’ fatto?
Pensiamo a giocare bene partita dopo partita poi guarderemo la classifica alla fine!

Maratona 76 (urge derattizzare il TORO)

a parte essere la squadra con il calendario più ostico da qui alla fine, se anche per qualche strana congiunzione astrale dovessimo mai qualificarci per una competizione europea, beh occhio che da lì, come storia recente insegna, lottare per la retrocessione sarà un attimo, in fondo in fondo il vero… Leggi il resto »

Last edited 20 giorni fa by Maratona 76 (urge derattizzare il TORO)
Scimmionelli
20 giorni fa

Gombloddoo

Scimmionelli
20 giorni fa
Reply to  Scimmionelli

E’ tutto un gombloddo di quel cattivone dell’Urbano per farci galleggiare boccheggiando in un mare di melma 20 anni. Infatti prima di lui con Cimmi, con i Genovesi e con Calleri si andava tutti gli anni a giocare al Sarria e all’Old Trafford. Quelli si’ che erano tempi! Gombloddooo!

Andreas
20 giorni fa

“Attualmente il settimo e l’ottavo posto valgono le trasferte continentali”. Ma può cambiare ancora qualcosa? Se è molto difficile l’ottavo posto, il settimo … Comunque cerchiamo di stare in corsa il più a lungo possibile. Vedere le partite con degli obbiettivi è un’altra cosa. Sabato lo stadio era nuovamente (quasi)… Leggi il resto »

Juric chiama, Ricci risponde: dal Monza le basi per un gran finale

Zapata, futuro granata: alla prima presenza di aprile scatta il riscatto