Toro, ecco il Genoa: i liguri sono in crisi di risultati ma vogliono la salvezza

Genoa, contro il Toro per scacciare la crisi e puntare alla salvezza

di Giulia Abbate - 17 Aprile 2019

La presentazione dell’avversaria: il Genoa ha la salvezza nel mirino ma nelle ultime 4 gare è arrivato un solo punto

Un punto nelle ultime 4 gare: questo lo score decisamente negativo che il Genoa ha conquistato nell’ultimo periodo, dopo la bella vittoria in casa contro la Juventus. Un bottino magro, troppo, per far dormire sonni tranquilli ai liguri: la sconfitta nel derby contro la Sampdoria pesa come un macigno e rischia di rappresentare un punto di non ritorno per la formazione di Prandelli che, se vuole davvero agguantare una salvezza ancora possibile sulla carta, dovrà invertire drasticamente la rotta. A partire proprio dalla sfida di sabato contro il Torino dove il Genoa cercherà di sfruttare il fattore casa: tra le mura amiche di Marassi, infatti, il Grifone ha raccolto 6 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte. Un bottino decisamente migliore di quello raccolto in trasferta dove le vittorie sono soltanto 2 mentre le sconfitte ammontano a 10 (4 i pareggi). Nel complesso, i 34 punti raccolti fin ora dalla formazione ligure gli consentono di navigare a 5 lunghezze di distanza dal terzultimo posto ma resta un navigare a vista e i punti in palio in queste ultime 6 partite di campionato sono fondamentali.

Genoa, è crisi gol. In difesa out Biraschi

Quello che si presenterà contro il Torino alla vigilia di Pasqua, dunque, sarà un Genoa agguerrito e consapevole che un altro risultato negativo potrebbe compromettere e molto la corsa alla salvezza. Tuttavia, i problemi non saranno pochi e Cesare Prandelli dovrà correre ai ripari tanto in attacco quanto in difesa. Partendo dal reparto arretrato, il grande assente di giornata sarà Biraschi, espulso durante il derby contro la Sampdoria. Un’assenza pesantissima nella retroguardia del Grifone che vedeva proprio nel centrale romano uno dei principali punti di riferimento difensivi. Il suo posto, nella difesa a 3 già utilizzata da Prandelli proprio nella scorsa giornata, dovrebbe prenderlo Zukanovic.

E se in difesa, nonostante l’assenza di Biraschi, il tecnico dei liguri sembra aver trovato la soluzione, il problema maggiore lo rappresenta l’attacco. Il reparto avanzato del Genoa, infatti, sembra caduto in letargo: 3 reti nelle ultime 8 partite (di cui due nella vittoria interna contro la Juve) sono davvero poca cosa per una formazione che punta a restare in Serie A. Certo, l’addio di un bomber di razza come Piatek nel mercato di gennaio non può non aver inciso ma anche chi è restato, a cui si aggiunge il nuovo arrivato Sanabria, non si sta dimostrando all’altezza. Una sterilità che porta i liguri ad avere il 13° attacco del campionato: un “dettaglio” da non sottovalutare in vista della gara contro il Torino che, al contrario, vanta una delle migliori difese della Serie A (4°).

Genoa, al Grande Torino la rimonta granata

Se la salvezza passa anche dai tre punti in palio contro granata, tra le mura amiche i liguri tenteranno di vendicare la sconfitta dell’andata quando ad imporsi in rimonta fu proprio il Toro di Mazzarri. Una partita iniziata in salita per i padroni di casa con il Genoa che si porta immediatamente in vantaggio grazie al gol di Kouamé. Poi i granata si svegliano e nel recupero del primo tempo, in appena 3 minuti, ribaltano il risultato grazie alla rete di Ansaldi e al rigore trasformato da Belotti. Una partita che pesò tantissimo per entrambe le squadre: il successo, infatti, permise alla formazione granata di agguantare il sesto posto e la zona Europa. Al Genoa, invece, la sconfitta costò la panchina a Juric.

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Sarà una passeggiata come di consueto con le bocche di fuoco continuamente alimentate dal brillante gioco d’assalto del parroco.

Vegeta
Utente
Vegeta

Questi sono vipere… attenzione che loro giocano alla morte solo con noi….

steman
Utente
steman

I genoani possono stare tranquilli.. Non opporremo alcuna resistenza.. Se c’è da “scanzarsi” le scuse per perdere non mancano.. Le troverà il mister