Edera sul proprio profilo Instagram ha pubblicato due video in cui lo si vede tornare correre e ad allenarsi con il pallone

Simone Edera sul proprio profilo Instagram ha pubblicato alcune storie in cui si vede che è tornato a correre con il pallone tra i piedi. Un buon segnale per l’attaccante granata che sta recuperando da un grave infortunio, la rottura del legamento crociato, collaterale mediale e tendine rotuleo. Il fatto che Edera abbia voluto postare questi video è la testimonianza che il numero 20 del Toro non vede l’ora di tornare ad allenarsi con i compagni e di ricominciare a calpestare il rettangolo di gioco verde in partita. La fase di recupero però è ancora molto lunga e non è previsto il rientro in campo di Edera prima dell’inizio del nuovo anno.

L’infortunio rimediato con la Reggina

L’attaccante classe 1997 ha rimediato il grave infortunio nel finale della scorsa stagione, in un’annata che certamente non è stata facile per Edera. Il numero 20 granata ha rimediato l’infortunio al ginocchio lo scorso 7 maggio, quando vestiva la maglia della Reggina in prestito. Durante la partita contro il Lecce Edera si accasciò a terra piangendo, facendo temere il peggio. Poi la diagnosi fu la rottura del legamento crociato, collaterale mediale e tendine rotuleo che ha costretto Edera a sottoporsi a un intervento e a lunghi mesi di stop.

Simone Edera
Simone Edera
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 15-10-2021


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06 (@ardi06)
1 mese fa

Riuscire in un solo colpo a devastarsi così ci va una sfortuna notevole. Mi dispiace ed in più, purtroppo, non è che prima avesse dimostrato di essere un gran giocatore

Troposfera Granata
Troposfera Granata (@carbonaro-doc)
1 mese fa

Un bravo ragazzo, ma inadatto alla A.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
1 mese fa

Una sfortuna incredibile. In un solo botto 3 infortunigravi e diversi
In bocca al lupo se lo merita davvero.
Mai stato troppo simpatico a me, e mai valutato molto come giocatore. Ma dopo quanto ha dovuto subire, farò il massimo tifo per lui!

Sanabria, sfida al jet lag per esserci a Napoli. Lascia il Sudamerica con un rigore sbagliato

Torino, Mozzone è il nuovo responsabile sanitario: UFFICIALE