Torino, Falque verso il rientro dopo l'infortunio al quadricipite

Toro, Falque è il grande assente: lavora per riprendersi il suo posto

di Veronica Guariso - 3 Dicembre 2019

Tempi di recupero piuttosto lunghi per Iago Falque con l’infortunio al quadricipite. Lo spagnolo prosegue nella preparazione e il rientro sembra più vicino

Tra le assenze più pesanti per il Torino resta in vetta il nome di Iago Falque, ancora out a causa di una lesione al quadricipite che gli ha impedito di scendere il campo al derby. E’ ormai passato circa un mese da quell’incidente di percorso e lo spagnolo continua a lavorare per rientrare al più presto. Le previsioni parlavano di metà dicembre come data indicativa per un suo possibile ritorno in campo, ma molto sarebbe dipeso dalla risposta alle terapie e dalle sedute di lavoro svolte. Non manca molto perciò ed il numero dieci del Toro, che non smette di seguire i compagni e che è tornato a correre, prosegue la preparazione. Rivederlo in campo prima che si concluda il 2019 sarebbe un segnale positivo per Mazzarri.

Un 2019 sfortunato per Iago Falque

Poca fortuna quest’anno per colui che, nelle passate stagioni in granata, ha sempre ottenuto il massimo. Con il Toro, Iago Falque ha totalizzato 102 presenze in Serie A, condite da 30 gol. Quest’anno però, dopo 14 giornate, è sceso in campo solamente in 4 occasioni e partendo tra i titolari solo contro il Cagliari, una media decisamente bassa, che va avanti da aprile.

Il 2019 si è rivelato un anno con la fortuna che gli ha voltato le spalle per quanto riguarda gli infortuni e la nuova stagione ne è la riprova. Ne ha già affrontato uno piuttosto incisivo alla caviglia, che lo ha costretto a stare fuori nelle prime giornate e durante tutto il percorso di Europa League.

Il rientro dello spagnolo per chiudere al meglio il girone d’andata

Anche ora, con il problema al quadricipite i tempi di recupero si sono rivelati piuttosto lunghi. Falque però non si perde d’animo e vuole riconquistarsi un posto in gruppo al più presto.

I granata stanno cercando di risollevarsi da un momento buio, che li aveva messi a rischio zona retrocessione ed il suo aiuto sarebbe un toccasana. Chiudere al meglio il girone di andata potrebbe riaprire le speranze per ottenere un buon piazzamento a fine campionato

più nuovi più vecchi
Notificami
rotor
Utente
rotor

Giocatore che da piu’ di un anno ha iniziato irreversibilmente,infortunio a parte,la parabola discendente. Da cedere assolutamente,ma in Italia non ha mercato,speriamo nei cinesi.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Rotor non sono d’accordo con questa tua valutazione. Iago è un ottimo calciatore, per il livello del Torino FC. Lui, però, come tutti i giocatori tecnici e abbastanza talentuosi (Adem lo era di più) non puoi solo relegarlo e costringerlo a fare il soldatino. Questo è accaduto con TDG che… Leggi il resto »

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)
Utente
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)

L’evidenza di quanto due allenatori differenti, possano valorizzare oppure annichilire un buon calciatore.
Fossi un suo parente, amico o collaboratore , lo spingerei a scappare lontano da Mazzarri per il bene della sua carriera.
E di corsa.

GD (attenti: gli 0.3ini come i black bloc tra i delusi/arrabbiati)
Utente
GD (attenti: gli 0.3ini come i black bloc tra i delusi/arrabbiati)

fosse per i fava e i suoi compagni di merenda zerotreini, spingerebbero tutti i nostri giocatori altrove. pur di dar contro a cairo. muoia cairo con tutto il Toro fosse nevcessario. cosa gliene frega a loro? e invece hanno dovuto ingoiare l’anguilla di tutti i nostri campioni che non fanno… Leggi il resto »

Gerolamo Pompetti fabbricante di biliardini
Utente
Gerolamo Pompetti fabbricante di biliardini

Concordo, analisi precisa. Certo, molti infortuni ma non è stato fatto nulla per motivarlo, anzi

Rob 62
Utente
Rob 62

Giusto, il suo posto in panchina.