La panchina di Giampaolo è a rischio: Longo, Donadoni, D’Aversa, Nicola sono quattro dei nomi in ballo per sostituirlo

Non sono passati inosservati i confronti tra il presidente Cairo e il dt Vagnati sia dopo la sconfitta contro l’Udinese, sia dopo il pareggio 1-1 con il Bologna domenica scorsa. Tra i due è stata fatta in entrambe i casi un’analisi sul periodo molto critico che il Toro sta attraversando. Se anche mercoledì sera contro il Napoli dovesse arrivare una sconfitta sarebbe molto complicato per la società granata dare ulteriore fiducia a Marco Giampaolo, anche perché i granata fin qui in campionato hanno collezionato solo una vittoria. Ed è il motivo per cui negli ultimi giorni presidente e direttore tecnico hanno cominciato a vagliare (e sondare) altri profili.

Longo e Nicola: due allenatori che conoscono bene il Toro

Davide Nicola e Moreno Longo. Sono due dei nomi che più circolano nelle ultime ore. L’ex tecnico del Genoa è stato giocatore del primo Toro di Cairo, è tifoso granata e non a caso, dopo la salvezza con il Crotone nel tragitto in bicicletta dalla Calabria a Torino per festeggiare la permanenza in A, fece tappa al Filadelfia. A proposito di salvezza: è anche quello, soprattutto quello, a fare curriculum. L’impresa con i calabresi ma anche la salvezza del Genoa la scorsa stagione: è allenatore che sa cosa vuol dire avere a che fare con squadre che devono imparare a lottare per venir fuori da situazione disperate.

E poi Moreno Longo: nel finale della scorsa stagione ha portato il Toro alla salvezza ed è un profilo tenuto in considerazione in quanto, conosce praticamente tutta la squadra. Inoltre Cairo e Vagnati conoscono il suo modo di lavorare. L’esonero di Giampaolo lo lascerebbe a libro paga: sia Longo che Nicola potrebbero dal punto di vista contrattuale pesare meno di altri colleghi.

Donadoni e D’Aversa: due profili che piacciono

Non sono gli unici profili, quelli di Longo e Nicola. Il Toro sott’occhio ha anche Roberto D’Aversa e Roberto Donadoni. Con quest’ultimo Simone Verdi al Bologna nella stagione 2017-2018 realizzò 10 gol, in quella che fu la sua migliore stagione. Donadoni stuzzica il presidente Cairo perché ha esperienza avendo allenato 6 squadre in Italia e essendo stato ct della Nazionale dal 2006 al 2008. Nel suo curriculum ha anche l’ esperienza in Cina allo Shizen, l’ultima in ordine cronologico. Per quanto riguarda D’Aversa è un allenatore giovane e ambizioso che ha fatto molto bene al Parma, club con il quale, in caso di un suo approdo a Torino, risulta ancora sotto contratto.

Moreno Longo
Moreno Longo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 22-12-2020


43 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06 (@ardi06)
11 mesi fa

Veramente Nicola ha già dichiarato in un’intervista che non ha nessuna intenzione di tornare. Chissà perché, forse l’unico che verrebbe è semplici, e non mi piace. Comune sia Ora siamo veramente nella merxa più totale, hanno vinto crotone e viola. La prima a 9 punti la seconda a 14 e… Leggi il resto »

urto (andrea)
urto (andrea) (@urto)
11 mesi fa

cairo VATTENE

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ). (@alberto-fava)
11 mesi fa

Se guardiamo la media punti/partita, del toro targato cairo, vediamo al primo posto Mazzarri, ed al secondo Sinisa. A me piaceva il secondo, per inciso ed a scanso di ogni equivoco. Non scendo in analisi profonde : squadra, motivazione, singoli, ecc. Mi limito ai numeri, e guardando quelli che ci… Leggi il resto »

odix77
odix77 (@odix77)
11 mesi fa

direi tutto condivisibile….miha cmq ha fatto molto bene al Toro solo nei primi tre mesi , poi ha dimostrato parecchi limiti.. a cominciare da niang in campo nel derby….

Nkoulou, altra chance dopo la bocciatura: Giampaolo può ripescarlo a Napoli

Torino, anche la media punti inguaia Giampaolo: col Napoli rischia