Samuel Gustafson parla al termine del test amichevole di oggi contro il Chieri: “Tutti pensano che l’Italia sia la più forte, ma la Svezia è organizzata”

Ha giocato per tutta la partita Samuel Gustafson. In Torino-Chieri il centrocampista ha disputato una gara senza particolari squilli, probabilmente anche perché affaticato dai carichi di lavoro della squadra, dopo l’allenamento di questa mattina. “Oggi il clima ricordava molto la Svezia” ha dichiarato il centrocampista del Toro, “il tempo era duro, e noi eravamo stanchi anche perché questa mattina abbiamo lavorato in palestra“. Tempo svedese, quindi, anche per entrare in clima partita, pensando alla Nazionale.

Ma che partita sarà Svezia-Italia di domani? Gustafson non ha dubbi: “Sarà una gara difficile per entrambi. Tutti pensano che tra Svezia e Italia siano gli azzurri a essere i più forti. Ma attenzione: la Svezia è davvero molto organizzata, difendono molto bassi e sono difficili da colpire” chiosa il centrocampista, che aspetta ancora la sua occasione per potersi mettere in mostra. Fino a ora, però, Gustafson non ha reso secondo le aspettative, quando impiegato, lasciando molti dubbi anche in ottica di una possibile permanenza nel Torino per il futuro.


Edera a caccia del riscatto in Under 20: in A col Toro ha giocato solo 28 minuti

Torino, Obi: “Il recupero degli infortunati? Per il gruppo è molto importante”