Berretti Torino, oggi la finale scudetto 2018/2019 contro l'Inter

Berretti, oggi la finale scudetto contro l’Inter

di Giulia Abbate - 7 Giugno 2019

La Berretti del Toro affronta per la terza volta l’Inter in finale. Capriolo: “Siamo consapevoli di aver preparato al meglio la sfida”

Dopo la sconfitta dello scorso anno da parte del Sassuolo, la Berretti del Torino è arrivata anche questa volta alla finale scudetto e l’avversario di giornata sarà una formazione che i granata conoscono fin troppo bene: l’Inter. La stessa Inter che nelle stagioni 2016 e 2017 ha alzato la coppa del campionato dopo aver battuto, proprio in finale, i giovani del Torino. Non c’è due senza tre, dunque, ma questa volta, la sfida in programma alle ore 16 sul campo di Novarello non avrà solo il sapore di una finale scudetto: i granata puntano alla loro personalissima rivincita contro i neroazzurri per sfatare quello che ormai è diventato quasi un tabù e riportare il trofeo all’ombra della Mole.

Capriolo: “Non sottovalutiamo l’Inter ma siamo convinti dei nostri mezzi”

Sarà nuovamente una questione tra l’Inter di Conti e il Torino di Capriolo la finale scudetto del campionato “Dante Berretti” che ha visto le due formazioni approdare al match decisivo dopo aver eliminato in semifinale rispettivamente Ascoli e Sassuolo. Una sfida, quella di questo pomeriggio, in cui i granata non dovranno “commettere l’errore di sottovalutare una squadra forte come l’Inter, nonostante abbia avuto qualche difficoltà nel proprio campionato: ci possono essere mille variabili, noi dobbiamo pensare solo a noi stessi – ha detto il tecnico granata Capriolo proprio alla vigilia della sfida contro i neroazzurri.

Siamo consapevoli di aver fatto bene la nostra stagione e di aver preparato al meglio questa sfida – continua Capriolo. Per questo, dobbiamo giocare e vivere questa finale con massima serenità, anche se è normale che i ragazzi possano sentire qualche pressione in più, ma d’altronde anche i ragazzi dell’Inter sono nella nostra stessa condizione. Nei playoff siamo arrivati primi in un triangolare difficilissimo, ottenendo inoltre un pareggio esterno contro l’Atalanta: una squadra che schiera diversi Primavera. Senza dubbio, ora siamo più convinti dei nostri mezzi