Mai più di un gol a partita e inizio a rilento: il Torino, per ora segna col contagocce. Juric spera anche nei nuovi acquisti per sbloccarlo

Zero gol contro Al Fateh, Rennes e Cremonese; uno solo contro AZ, Atalanta e Fiorentina. L’attacco del Torino di Ivan Juric, fin qui, sta funzionando poco e male, almeno se lo si giudica dai risultati realizzativi fin qui raggiunti, tra le amichevoli estive e l’inizio (faticoso) in Coppa Italia e Serie A. In rete sono andati Pjaca, Belotti e Verdi in sei partite: troppo poco. Certo, contro l’Atalanta – per citare l’esempio più lodevole – il Toro ha creato tanto, ma ciò che conta è la palla in fondo al sacco, nulla di più.

Per Juric attacco spuntato nella sosta

Ecco perché Juric ha provato a puntare sulla fase offensiva, nelle prove svolte al Filadelfia durante la sosta per le Nazionali. Ma le difficoltà non sono mancate: Belotti è stato convocato e si è pure infortunato, Sanabria è tornato prima (è diventato papà), sì, ma per buona parte degli ultimi giorni è rimasto in viaggio col Paraguay, Zaza è ancora ai box. Pure Praet, che certamente darà il suo apporto negli ultimi metri di campo, è stato impegnato col Belgio. Al Fila si sono alternati, davanti, i vari Pjaca, Brekalo, Verdi e Pobega, in un corso di recupero accelerato per provare a segnare di più. E’ un’esigenza improrogabile, già a partire dalla sfida contro la Salernitana.

Ivan Juric (R), head coach of Torino FC, speaks with Simone Verdi of Torino FC during the Coppa Italia football match between Torino FC and US Cremonese.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 10-09-2021


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
toro e basta
toro e basta
15 giorni fa

Con gli innesti cambierà la musica!

toro e basta
toro e basta
15 giorni fa
Reply to  toro e basta

O no? 🤔

Torino-Salernitana, dove vederla in Tv e streaming

Brekalo è già pronto: ecco cosa può dare in più a Juric