Juric in conferenza stampa ha spiegato che il numero 49 granata sta facendo un percorso per arrivare a esprimersi al meglio

Nemanja Radonjic, arrivato al Toro la scorsa estate dal Marsiglia era partito con il botto. Ha rimediato una grande prestazione con gol nel primo impegno ufficiale della stagione in Coppa Italia contro il Palermo, per poi ripetersi pochi giorni dopo nella prima giornata di campionato contro il Monza. Anche questa una prestazione positiva e seconda rete con addosso la maglia del Toro. Poi il numero 49 granata piano piano ha avuto una fase calante, complice anche il rientro di Aleksey Miranchuk, trovando poco spazio e riuscendo a segnare il gol solamente in un’altra occasione, ovvero il match di Coppa Italia, dove Rodriguez e compagni hanno affrontato e battuto il Cittadella tra le mura amiche dello stadio Olimpico Grande Torino. Un po’ complicata da comprendere la situazione riguardo il trequartista serbo, ma a mettere ordine e a spiegare la situazione su Radonjic ci ha pensato Juric nella conferenza stampa alla vigilia del match contro la Sampdoria. Il tecnico croato ha dichiarato: “Radonjic? Dipende molto dai difensori che affronta, dalle squadre che affronta, lo vedo anche negli allenamenti. Sta facendo un percorso per la prima volta normale, si allena e gioca, si impegna tantissimo per diventare un giocatore di cui l’allenatore si può fidare. Io penso che possa esprimere tutto il suo potenziale, ci vorrà tempo”. Dunque per vedere il miglior Radonjic bisognerà aspettare.

Radonjic a caccia di una chance contro la Sampdoria

Intanto il serbo classe 1996 continua a lavorare duramente al Filadelfia e, come tutti i suoi compagni, ha messo nel mirino la partita contro la Sampdoria. Una gara che i granata non potranno assolutamente sbagliare, per rialzare la testa dopo la brutta sconfitta rimediata in trasferta contro il Bologna. Match nel quale Radonjic è entrato a gara in corso al posto di Nikola Vlasic, non riuscendo a incidere anzi, non facendosi praticamente mai vedere e riuscendo a toccare pochissimi palloni. Un’opportunità contro i blucerchiati per lui sarebbe importante, anche per cercare di rifarsi. Intanto Radonjic ha avuto un’ulteriore dimostrazione che Juric crede in lui e non è una cosa di poco conto, anzi tutt’altro.

Nemanja Radonjic
Nemanja Radonjic
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 09-11-2022


7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
WGranata76
WGranata76
24 giorni fa

Spero sempre esploda, anche solo per la grinta che ci mette, ma per adesso i fatti parlano chiaro e descrivono un giocatore in linea con l’evoluzione del valore del suo cartellino. All’OM lo avevano pagato 19 milioni se ricordo bene e oggi lo possiamo riscattare a 2,6 milioni, dopo aver… Leggi il resto »

mavafancairo
mavafancairo
24 giorni fa

giocatore dai piedi buoni ma dalla testa poco avvitata sulle spalle, in carriera non ha mai avuto continuità, la classica scommessa alla speriamoinbene fc

toro e basta
toro e basta
24 giorni fa
Reply to  mavafancairo

Esatto.
Questa è la linea della società cairota: giocatori da riciclare, giovani semi-sconosciuti di buone speranze e tanti prestiti da non riscattare.
Formula vincente che manda in visibilio i pochi fedeli lacchè

Steppenwolf
Steppenwolf
24 giorni fa

Ho l’idea che si smonti facilmente, che abbia bisogno di sentirsi apprezzato e incoraggiato. Se gli riescono le prime giocate si esalta, altrimenti si deprime e sparisce. Tecnica ne ha in abbondanza ma deve inserirsi di più nel gioco di squadra. Però quando siamo senza centravanti piuttosto che Karamoh vorrei… Leggi il resto »

odix77
odix77
24 giorni fa
Reply to  Steppenwolf

io invece per fisicità vedrei bene vlasic davanti se non abbiamo alternative.. è l’unico che battaglia e sembra in grado di prendere mezza palla di testa la davanti, cmq in generale concordo.

Svizzera e Croazia, i convocati per il Mondiale: ci sono Rodriguez e Vlasic

Cairo: “Il riscatto di Vlasic? Mi piace moltissimo ma è presto per parlarne”