Non sarà facile per l’ivoriano fronteggiare l’ex Real, miglior assistman del Milan. Singo dopo Salerno è apparso comunque in ripresa

Domenica sera non è soltanto Torino-Milan. Come ogni incontro di pallone che si rispetti, l’attenzione sarà poggiata sui duelli individuali. Quello sicuramente più interessante in termini di velocità e fisicità è la sfida a tutta birra tra Wilfried Singo e Theo Hernandez. Proprio su quella fascia, la destra per i granata, la sinistra per i rossoneri, si giocherà una fetta importante della partita: per Juric e Pioli i due terzini sono elementi fondamentali per lo sviluppo del gioco capaci, giocatori fondamentali anche in fase offensiva e di finalizzazione della manovra. Singo avrà di fronte a sé un avversario piuttosto scomodo, in grado di creare superiorità numerica attraverso le sue sgroppate e i taglienti inserimenti. Col suo mancino Theo Hernandez (appena diventato papà) ha poi offerto già sei assist in campionato e quattro gol. Fattore non di poco conto quindi nell’economia offensiva dei rossoneri.

Torino, Singo: a Salerno segnali incoraggianti

Dall’altra parte c’è un Singo che ha bisogno di risposte confortanti soprattutto da sé stesso. L’ivoriano è un po’ lo specchio della scarsa lucidità che ha condizionato i granata dal pari col Sassuolo in poi. Come per il Toro, la vittoria di Salerno può averlo rigenerato. Chissà che inerzia gli avrebbe dato il gol messo a segno per il raddoppio, poi annullato dal direttore di gara per fuorigioco. Staremo a vedere. Riuscire a fornire risposte convincenti da una gara a contatto con un giocatore di tale caratura, potrebbe garantirgli l’entusiasmo e le motivazioni giuste per spingere fino al termine della stagione.

Singo e Theo Hernandez in Milan-Torino
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 08-04-2022


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
rokko110768
rokko110768
1 mese fa

Difendere e lasciare qualche metro a Theo equivale al suicidio. Occorre attaccarlo sempre con la bava alla bocca per metterlo in difficoltà.

La rassegna stampa dell’8 aprile 2022

Il Torino umiliato non c’è più: per la rivincita solo 4 degli 11 sconfitti 0-7