Dall’esordio con Conte all’esplosione all’Hull City: Ola Aina si è già conquistato la Nazionale

45
Ola Aina

Calciomercato / Chi è Ola Aina, vicino al Torino: il profilo del terzino del Chelsea nato in Inghilterra ma che ha scelto la Nazionale nigeriana

Ola Aina al Torino: la trattativa è fatta. E’ l’anglo-nigeriano di proprietà del Chelsea ad essere balzato in pole-position per il posto vacante nella batteria di esterni del 3-5-2 di Mazzarri e proprio il fine settimana 11-12 agosto è stato decisivo. Temitayo Olufisayo Olaoluwa – Ola è il soprannome – è un classe ‘96 dal buon fisico (182 cm di altezza), interamente di sangue Blues. E’ nella squadra di West London, infatti, che è sbocciato dal punto di vista calcistico, intraprendendo l’intera trafila nel settore giovanile fino a sbarcare in prima squadra. E dire che Aina è nato a Southwark, ad un passo dal cuore di Londra, il borough che ha dato i natali al Crystal Palace. Il talento e il caso, però, lo hanno portato a Stamford Bridge.

Ola Aina, contratto e stipendio con il Chelsea

Dalla squadra Under 11 fino all’Under 23, una trafila lunga. Ma anche ricca di successi, tra finali raggiunte (e vinte), i primi palcoscenici europei calcati grazie all’accesso alla UEFA Youth League e le convocazioni nelle Nazionali giovanili inglesi. Nel 2016, sotto l’egida di Guus Hiddink, Aina riesce ad affacciarsi nel calcio dei grandi collezionando la prima panchina in Premier League, nel match esterno contro lo Swansea. In estate, con l’arrivo di Conte, viene convocato sia per il ritiro in Austria, sia per la tournée negli Stati Uniti. Il tutto dopo aver rinnovato il contratto fino al 2020 con stipendio non certo irrisorio per un ragazzo di vent’anni: poco più di 1 milione di sterline a stagione.

Ola Aina al Torino: il 13 agosto 2018 la firma sul contratto

Arrivato in Italia il 12 agosto, Ola Aina ha sostenuto le visite mediche con il Torino il giorno dopo, il 13 agosto, e ha firmato il suo contratto con la società granata per un prestito con diritto di riscatto fissato a 8 milioni. Quella con il Toro è la prima avventura italiana per Ola Aina, che Mazzarri ha definito “un giovane come gli altri che abbiamo in rosa. Speriamo possa presto aiutarci“.

Chelsea, Ola Aina: con Conte le prime apparizioni in prima squadra

Con l’ex tecnico della Nazionale italiana, Aina – fino a quel momento sempre impiegato come esterno di destra nella difesa a quattro – inizia a destreggiarsi in una difesa a tre, mettendosi in luce come quinto (o quarto, nel 3-4-3 di Conte) di centrocampo, abile sia sulla più familiare fascia destra – che predilige, essendo un destro naturale – sia su quella opposta. Nel campionato che vedrà il Chelsea trionfare in Premier, il giovane terzino si guadagna qualche apparizione nelle coppe e, soprattutto, l’esordio nel massimo campionato britannico: dapprima gli viene concessa una doppia passerella nel finale contro Leicester e Bournemouth, poi un quarto d’ora nella vittoria interna contro il Watford (di Mazzarri).

Ola Aina, la Nigeria e quel Mondiale sfiorato

Le qualità sono evidenti. Conte lo sa. Ma per farle maturare al meglio occorre giocare con continuità, anche in una piazza importante di Championship. Si accasa all’Hull City, Aina, in prestito, prendendosi da subito il posto da titolare. Alla fine saranno 46 le presenze stagionali, condite da un gol – contro il Blackburn in FA Cup – e tre assist. Nell’East Yorkshire, Ola si è messo in luce tanto come terzino destro nella difesa a quattro, quanto come esterno (invariabilmente destro o mancino) in un 3-5-2 o 3-4-3, mostrando buone qualità nella lettura tattica in retroguardia e grandi capacità di corsa (e discrete nel dribbling) in proiezione offensiva. Il buon campionato con l’Hull gli è valso la pre-convocazione nella Nigeria – Nazionale che ha scelto nel 2017 – per i Mondiali di Russia 2018: il taglio, però, non lo ha fatto partire con le Super Eagles per la, deludente, spedizione internazionale.

45
Lascia il tuo commento

Please Login to comment
12 Comment threads
33 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
22 Comment authors
Joel19nonnoRoberto (RDS 63)Giankjc (Gianky1969)rimbaud Recent comment authors
  Iscriviti  
più nuovi più vecchi
Notificami
nonno
Utente
nonno

Oltre a essere scarso, pare sia tatticamente inabile e con la tendenza a ingrassare. Ho sentito poi voci per cui gli sta già tremendamente sulle palle il gallo. Investimento sbagliato, a prescindere.

rimbaud
Utente
rimbaud

Ho visto dei filmati,non sembra male, sa difendere e proporsi davanti. E’ in orbita chelsea e Nigeria, che sia poco conosciuto in Italia è un altro discorso. Certo, può essere una scommessa come del resto lo erano Maksimovic e Peres, ma una società come la nostra ha bisogno anche di… Leggi il resto »

gabbo
Utente
gabbo

però a sx hai dato via barreca perché non difendeva e poi ti fai andare bene berenguer e parigini con gli stessi compiti?

rimbaud
Utente
rimbaud

Te li fai andare bene perché per logiche societarie qualcosa devi pur farci. Se pensi che per anni l’unica alternativa era Molinaro allora vedi che più o meno siamo lì. Poi su berenguer Mazzarri sta investendo, per fortuna non si gioca sempre con il Liverpool e con squadre di media… Leggi il resto »

Roberto (RDS 63)
Utente
Roberto (RDS 63)

Immagino su Youtube….vai a vederti dei filmati di Niang… lì ti sembrerà Henry.

gix
Utente
gix

vedremo se dovesse arrivare,per quel che possono valere i filmati del tubo,non sembra malaccio,veloce e con discreta tecnica…per ora comunque è solo vicino,si decidessero non sarebbe male

Bischero
Utente
Bischero

Posso farti una domanda. Giusto per capire i metri di giudizio. Se questo é veloce come dici. Peres come é? E Salah?