Per il derby Juric ritrova Lukic e Mandragora che avevano saltato la partita contro il Venezia per squalifica

Il Toro è focalizzato al massimo sul derby della Mole anche perché i granata, dopo le deludenti prestazioni e le sconfitte rimediate contro Udinese e Venezia, non potranno assolutamente permettersi di sbagliare la partita contro la Juve. Ivan Juric intanto in vista del derby può sorridere perché in mezzo al campo ritroverà Rolando Mandragora e Sasa Lukic. Entrambi i giocatori hanno dovuto saltare la partita contro il Venezia per squalifica. L’assenza dei due centrocampisti granata contro la squadra di Paolo Zanetti si è fatta sentire e non poco. Anzi, la loro mancanza ha pesato di più di quanto ci si aspettasse. Senza di loro il Toro ha faticato molto a costruire il gioco e Tommaso Pobega e Karol Linetty non hanno sostituto al meglio i loro compagni di squadra. Ora da parte di Lukic e Madragora, come da parte di tutto il Toro, ci si aspetta una grande prestazione contro la Juve, anche se non sarà semplice, per rialzare la testa dopo due sconfitte.

Mandragora e Lukic: voglia di riscatto dopo la partita di Udine

Nel derby contro la Juve sia Mandragora che Lukic metteranno in campo tutta la voglia di rivalsa dopo aver rimediato una prestazione negativa contro l’Udinese. Mandragora ha sbagliato tanto e si è fatto espellere per doppia ammonizione in maniera molto ingenua. Ha fatto un po’ meglio Lukic che ha lottato molto e all’80’ minuto ha sfornato un cross rasoterra per Josip Brekalo che però non ha sfruttato l’occasione, facendosi anticipare da Arslan. Ma la partita contro l’Udinese ormai è passata e Mandragora e Lukic hanno in mente solo ed unicamente la partita contro la Juve. Una sfida che non è come le altre, soprattutto per il numero 38 granata che è un ex della partita.

Rolando Mandragora
Rolando Mandragora
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 15-02-2022


Toro alla prova tridente: è la novità della Juve rispetto al girone d’andata

Pjaca torna allo Stadium. Ma ha dimenticato la Juve: “Spero di restare a lungo al Toro”