Bremer e Singo brillano ma arriva il 20° Ko: i Top e Flop di Torino-Roma - Toro.it

Bremer e Singo brillano ma arriva il 20° Ko: i Top e Flop di Torino-Roma

di Giulia Abbate - 30 Luglio 2020

I Top e Flop di Torino-Roma 2-3 / Torino coraggioso e intraprendente ma sprecone: troppi gli errori difensivi che aiutano la Roma

Con la salvezza in tasca il Torino non ha nulla da perdere e contro la Roma gioca a viso aperto e alla pari. Va in vantaggio, si fa rimontare e superare poi l’ennesimo errore difensivo regala il rigore alla Roma che chiude definitivamente i giochi. I granata reagiscono e si riportano in partita con Singo ma non basta e l’ultima stagionale al Grande Torino “regala” alla squadra di longo la 20^ sconfitta in campionato. Di seguito i Top e Flop di Torino-Roma.

Torino-Roma 2-3, i Top

L’atteggiamento. Contro una Roma alla caccia dei punti che avrebbero blindato l’Europa League, il Toro di Longo avrebbe potuto fare ancora una volta la figura della vittima sacrificale. Invece, complice anche la tranquillità data dal raggiungimento della salvezza, la squadra vista in campo si dimostra più che all’altezza della Roma. Gioca senza pensieri, senza pressioni e soprattutto senza paura, affrontando i giallorossi a viso aperto e alla pari, andando più volte vicino alla rete che avrebbe potuto regalare un pareggio per nulla immeritato. Un atteggiamento che lascia spazio ad una sola domanda: dove sarebbe oggi il Toro se avesse avuto la stessa grinta e lo stesso coraggio durante tutta la stagione?

Berenguer e Singo. Il primo segna la rete che sblocca il risultato, si propone, dialoga bene sia con Zaza che con Verdi ed esce stremato in preda ai crampi ma solo dopo aver dato tutto ripagando a pieno la fiducia di Longo. Il secondo sfrutta alla perfezione la chance della prima da titolare dimostrandosi per nulla impaurito dell’avversario e coronando la prestazione con il gol che riporta il Toro in partita. Sono indubbiamente loro i due migliori in campo tra le fila di Longo e il Toro non può non tenerne conto in vista del futuro e del mercato. Al Torino servono rinforzi, senza il minimo dubbio, ma serve anche gente giovane che abbia fame, voglia di dimostrare il proprio valore e di arrivare dove i granata meriterebbero di essere. E alcuni di questi, il Toro, li ha già in campo.

Torino-Roma 2-3, i Flop

La 20^ sconfitta. E il Toro fa 20. Peccato che il bottino sia di sconfitte stagionali. Quella contro la Roma, infatti, vale come il 20° Ko in questa Serie A 2019/2020: di questi 8 sono arrivate proprio tra le mira amiche del Grande Torino mentre le altre 12 sono arrivate a conferma del difficile rendimento tenuto lontano dal capoluogo piemontese. Un ruolino di marcia per nulla felice che ha portato il Toro a lottare per la salvezza, al contrario di quanto ci si attendeva alla vigilia di questo campionato.

Lyanco. Ennesima chance data dall’esclusione di Izzo, ennesima possibilità sprecata. Il brasiliano non riesce a ritrovare il rendimento delle prime uscite con il Toro, quando aveva saputo ben impressionare non solo società e tecnico ma anche i tifosi. Contro la Roma, invece, conferma le difficoltà dell’ultimo periodo: soliti errori, soliti gialli evitabili. E l’arbitro, ancora una volta, lo grazia evitando di lasciare il Toro in 10 con oltre metà gara da disputare.

Djidji. Se Lyanco non sfrutta la chance offerta da Longo non è da meno nemmeno Djidji. Mandato in campo proprio al posto del brasiliano, non solo non approfitta della possibilità offerta da Longo ma si rende protagonista dell’azione che, di fatto, chiude la sfida. Beffato da Dzeko che entra in area e lo salta, decide di stenderlo regalando alla Roma il rigore del definito 3-2 giallorosso

1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
rotor
rotor
14 giorni fa

In attesa del 21 KO a Bologna,-Flop Dijdij con lui in campo gli avversari giocano in 12 sempre perche’ o provoca un autogoal o un rigore,Flop Lyanco perche’ si fa sempre saltare in velocita’,prende subito una ammonizione e con gli interventi successivi rischia l’espulsione,due da mandare via di corsa.