Il duello di Torino-Roma / Per il Toro di Nicola Ansaldi è insostituibile, con Fonseca Bruno Peres si è ritrovato ma a fine stagione sarà addio

Continuità, ambizione, concentrazione, le cose chieste da Nicola al suo Toro che questa sera affronterà una Roma reduce dalle soddisfazioni in Europa League ma ancora alla ricerca, in campionato, di quei punti che possano permettergli di fare un balzo avanti in classifica per tentare l’assalto alla Champions. Gli stessi punti che il Torino cercherà di strappare ai giallorossi per mettere in cascina altro fieno fondamentale in chiave salvezza. Insomma, per entrambe le formazioni in ballo ci sarà un pezzo importante di stagione. Niente lasciato al caso, dunque: i due allenatori, nonostante assenze e necessità di turnover, punteranno indubbiamente sulle migliori frecce disponibili per il proprio arco e tra queste compaiono Cristian Ansaldi e Bruno Peres che daranno vita ad una sfida nella sfida infiammando le fasce del Grande Torino.

Cristian Ansaldi, il Toro conta sui suoi cross

E’ l’uomo cross del Toro. Dai suoi piedi partono la maggior parte delle azioni decisive dei compagni di squadra, come è capitato ad esempio in occasione del gol di Zaza contro il Sassuolo, e per Nicola è diventato semplicemente inamovibile. Dall’arrivo del tecnico sulla panchina granata, il terzino non ha saltato una partita e difficilmente la musica cambierà. Dopo gli alti e bassi stagionali, coincisi spesso con i grossi problemi che tutta la squadra ha mostrato in questa stagione o con qualche problema fisico di troppo, Ansaldi ha di fatto trovato la continuità che il tecnico chiede al gruppo nel suo complesso e il risultato è stata la maglia da titolare in tutte le ultime 4 partite disputate dal Torino. Una maglia da titolare che non sembra essere in discussione: è in forma l’argentino e in fase offensiva è ormai una certezza. Una pedina indispensabile per Nicola, soprattutto in vista del rush finale per la salvezza. A partire proprio da questa sera: serviranno anche i suoi lampi per superare i giallorossi e portare a casa il bottino.

Bruno Peres, Fonseca lo rilancia ma a fine stagione saluterà la Roma

Se Nicola ha riportato Ansaldi al centro del suo Torino, Fonseca lo ha fatto con Bruno Peres. Il brasiliano, dopo un periodo fatto di più ombre che luci proprio in Brasile ed essere tornato alla Roma ha finalmente ritrovato la sua dimensione. Nel 3-4-2-1 del tecnico giallorosso, infatti, è potuto tornare a giocare a tutta fascia, come piace a lui, ritrovando quel ruolo che proprio al Torino lo aveva reso grande. E, soprattutto, ritornando al centro del progetto della Roma tanto che per Fonseca è diventato un punto fermo della sua formazione: tra campionato e Coppe, infatti, il terzino ha totalizzato ben 36 presenze con 2 reti e 4 assist all’attivo. E questa sera, dopo aver riposato contro l’Ajax (assente per squalifica) tornerà immediatamente al suo posto per cercare di regalare ai giallorossi e ai suoi tifosi le ultime sgroppate sulla fascia della Lupa. A fine stagione, infatti, il giocatore saluterà la Capitale (è in scadenza e la Roma non rinnoverà il contratto) in direzione Turchia dove, secondo le ultime notizie, avrebbe trovato l’accordo con il Trabzonspor. Prima, però, c’è una partita da giocare e una Champions, si augurano in casa Roma, da conquistare.

Cristian Ansaldi

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 18-04-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
5 mesi fa

Peres ha velocità doppia di Ansaldi
speriamo bene

Milinkovic-Savic, il consiglio di Nicola: “Non strafare”

Torino-Roma, dove vedere la partita in TV e streaming