La Roma si appresta ad affrontare la squadra di Juric con la testa già rivolta alla finale di Conference League

L’ultima giornata del campionato di Serie A 2021/2022 è ormai alle porte e il Toro si appresta a sfidare la Roma tra le mura amiche dello stadio Olimpico Grande Torino, prima di salutare la sua gente. La Roma invece dopo la partita contro la squadra di Ivan Juric avrà ancora un’importante sfida da affrontare, ovvero la finale di Conference League contro il Feyenoord. Partita in programma 5 giorni dopo il match contro il Toro. Quindi, venerdì sera non è da escludere un turnover da parte dei giallorossi dato che pochi giorni dopo ci sarà un impegno molto importante e delicato. Ma questo non vuol dire che la squadra guidata da José Mourinho snobberà la partita contro il Toro, anche perché la sfida contro i granata avrà un significato molto particolare per la squadra capitolina. Sarà infatti per la Roma la partita numero 3.000 nella Serie A a girone unico. Quindi, se i granata vorranno chiudere al meglio questo campionato non dovranno sicuramente abbassare la guardia solo perché la Roma pochi giorni dopo si giocherà una finale europea.

Roma: reduce dal pareggio casalingo contro il Venezia

Tra l’altro la Roma arriva al match contro i granata dopo il pareggio casalingo rimediato contro il Venezia e anche per questo venerdì sera vorranno tornare alla vittoria. I lagunari, già matematicamente retrocessi in Serie B, sono riusciti a mettere in difficoltà i giallorossi. Con una partita particolarmente sfortunata per la squadra capitolina che è riuscita a portare a casa 1 solo punto, nonostante si siano ritrovati in superiorità numerica e nonostante la Roma abbia effettuato 46 tiri e abbia colpito 4 traverse. Ora toccherà al Toro cercare di dare del filo da torcere alla squadra di Mourinho. Non sarà affatto semplice, ma il Toro dopo aver tagliato a Verona il traguardo dei 50 punti vuole conquistare un’altra vittoria per salutare al meglio i propri tifosi dopo un ottimo campionato.

Toro stai attento ad Abraham che ti ha già fatto male

I granata, sprovvisti di una pedina fondamentale come Gleison Bremer, per poter rimediare un risultato positivo dovranno fare particolare attenzione a Tammy Abraham che, nonostante il turnover, venerdì sera dovrebbe scendere in campo. Abraham ha già fatto male al Toro nella partita d’andata dove i giallorossi hanno vinto 1-0 proprio grazie a un suo gol messo a segno al 32’ minuto di gioco. L’attaccante inglese tra l’altro vorrà tornare a segnare perché sono 7 partite che è rimasto a secco. Il Toro è avvisato.

José Mourinho
José Mourinho
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 18-05-2022


7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Steppenwolf
Steppenwolf
1 mese fa

La Roma dovrà cercare di vincere perchè solo vincendo sarà sicura di giocare una Coppa il prossimo anno. Con un pareggio deve sperare che nè Viola nè Atalanta vincano se no deve per forza battere il Feyenoord che però è più forte del Bodo 🙂 Speriamo che i nostri vogliano… Leggi il resto »

Jones
Jones
1 mese fa

la partita con la roma non è la cosa che mi preoccupa,ormai sono focalizzato sul mercato e li si che c’è poco da stare allegri credo,sperando di sbagliare

Troposfera Granata
Troposfera Granata
1 mese fa
Reply to  Jones

Brekalo al Milan facilita Pobega al Toro. Forse non tutto è così brutto come sembra.

oroToro
oroToro
1 mese fa

premesso che da qui alla chiusura del calciomercato le cose cambieranno due milioni di volte, ebbene sembra che abbiamo proposto 15M per Pobega e chiesto anche a quanto viene via Messias

Charlie66
Charlie66
1 mese fa
Reply to  oroToro

messia credo lo diano via con 2 calci in cubo… 😁 il resto speriamo sia vero

oroToro
oroToro
1 mese fa
Reply to  Charlie66

e allora segnamo: Messy al Toro in prestito con diritto di riscatto a metà prezzo, il tutto concordato a 4 nanosecondi dalla fine del calciomercato

Jones
Jones
1 mese fa

magari fosse così,io credo siano solo cose scritte così per riempire pagine,chissà quante ne leggeremo fino al termine del mercato

Linetty convocato dalla Polonia: torna dopo l’esclusione dai playoff

Il caso Brekalo può rilanciare Pjaca