L’attaccante ex Spal nella partita contro il Milan ha messo in campo tutta la sua voglia di giocare e di voler restare al Torino

Con la vittoria conquistata contro il Milan agli ottavi di finale di Coppa Italia, il Toro si è regalato e ha regalato a tutti i suoi tifosi una gioia immensa. Soprattutto per come è arrivato il successo, con i granata che per buona parte del match hanno dovuto giocare in inferiorità numerica e per il fatto che nella fase finale della partita Ivan Juric ha mandato in campo alcuni elementi ai quali fin qui era stato dato poco spazio. Giocatori che nel match contro la squadra allenata da Stefano Pioli si sono rivelati decisivi. Bisogna evidenziare che non si sta parlando solamente di Brian Bayeye e Michel Adopo, i due protagonisti grazie ai quali i granata hanno segnato la rete che li ha portati a staccare il pass per i quarti di Coppa Italia, ma si sta parlando anche di Demba Seck. Un giocatore che il Toro ha preso nel gennaio del 2022 dalla Spal, dopo averlo monitorato per lungo tempo da distante e sul quale la dirigenza granata punta molto, anche se ovviamente l’attaccante classe 2001 deve crescere ancora molto. Le sue qualità però sono fuori discussione. Il Toro adesso sta valutando se mandare il giocatore senegalese in prestito 6 mesi in una squadra dove possa giocare con continuità, oppure no. L’intenzione di Seck è quella di rimanere in granata e di giocarsi le sue carte. La prestazione rimediata contro il Milan ne è la prova più inconfutabile.

Seck: diversi club hanno messo gli occhi sull’attaccante senegalese

Il mese di gennaio è ancora lungo e Seck avrà dunque a disposizione un po’ di tempo per cercare di convincere Juric a tenerlo con sé. Sicuramente già la prestazione rimediata contro i rossoneri è una carta molto preziosa che gioca a favore del numero 23 granata. Intanto, diversi club venuti a conoscenza del fatto che il Toro starebbe pensando di cedere in prestito il giocatore ex Spal hanno iniziato a sondare il terreno. Tra le squadre che hanno manifestato dell’interesse nei confronti dell’attaccante classe. 2001 ci sono in prima linea Palermo, Hellas Verona e Frosinone. Per il momento nulla è deciso, ma una cosa è certa: di quello che succederà molto dipende proprio da Seck.

Demba Seck
Demba Seck
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 13-01-2023


96 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
15 giorni fa

Ot : sembra che verdi passi alla salernitana. Se fosse vero, domanda? Rimarrebbe il fatto che se la salernitana si salvasse avrebbe l’obbligo di riscatto così come da accordi con il verona? E se si allo stesso prezzo? Se qualcuno sa rispondere lo ringrazio

James71
James71
15 giorni fa
Reply to  ardi06

Ho cercato in po’ in rete ed è vero che gira la voce dello scambio Henry – Verdi ma l’unica cosa in più che ho trovato è il commento sotto di uno che ha scritto tanto il Torino non darà il benestare (ovviamente non so era ben informato o no)… Leggi il resto »

Last edited 15 giorni fa by James71
Scimmionelli
Scimmionelli
15 giorni fa
Reply to  James71

Probabilmente e’ proprio quello l’argomento del contendere. Previo impegno di obbligo di riscatto in caso di salvezza della Salernitana, non vedo perche’ il Toro non dovrebbe dare il benestare. Se invece l’obbligo di riscatto resta da parte del Verona (cosa molto arzigogolata perche’, in teoria e salvo magheggi, NON si… Leggi il resto »

ardi06
ardi06
15 giorni fa
Reply to  James71

Certo, grazie

mavafancairo
mavafancairo
15 giorni fa
Reply to  ardi06

temo di no Ardi, credo che chi debba salvarsi – al fine di potersi liberare dell’acquisto top di Cairetto – rimanga sempre il Verona

ardi06
ardi06
15 giorni fa
Reply to  mavafancairo

Può essere, è probabile

giogranata
giogranata
15 giorni fa

Mi dispiace dirlo ma io su Seck nutro molti dubbi. Per me la serie A gli sta larga. A Milano, a mio avviso, non ha giocato bene, anzi, ha perso 2 o 3 palloni sanguinosi in zone del campo pericolose per le ripartenze rossonere. Ecco: Frosinone potrebbe essere una squadra… Leggi il resto »

Scimmionelli
Scimmionelli
15 giorni fa
Reply to  giogranata

Seck (come Pellegri e Buongiorno) e’ dello stesso procuratore di Juric. Quindi restera’ fino a quando ci sara’ Juric oppure fino a quando qualcuno gli offrira’ un ingaggio superiore a quando prende al Toro.

ardi06
ardi06
15 giorni fa

Ora è diventato attaccante, va beh. Comunque articoli un po’ più equilibrati sui giocatori in un senso o nell’altro no eh? Troppo difficile

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
15 giorni fa
Reply to  ardi06

dovresti richiedere la stessa cosa, “articoli più equilibrati” anche quando si va nell’altro senso, e cioè troppo penalizzanti, troppo negativi.

E invece lì, zerotreinamente, cavalchi l’onda e butti il carico

Allora, te lo scrivo io: commenti più equilibrati

ardi06
ardi06
15 giorni fa

Secondo te in un senso o nell’altro cosa vuol dire in italiano?

mavafancairo
mavafancairo
15 giorni fa
Reply to  ardi06

anche tu però… parlare di senso a uno che non ne ha neanche un minimo

Scimmionelli
Scimmionelli
15 giorni fa
Reply to  mavafancairo

Lo zerotreinismo e’ insensato per definizione, perche’ e’ l’analogo calcistico del martellarsi i testicoli per favorire l’eiaculazione (quando non addirittura tagliarseli per fare dispetto alla moglie fedifraga).

ardi06
ardi06
15 giorni fa
Reply to  mavafancairo

Chiedo scusa 😂

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
15 giorni fa
Reply to  ardi06

ECCO DOPO QUESTA puoi tranquillamente allinearti al QI<30 dei tuoi ottimi amici

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
15 giorni fa
Reply to  ardi06

giocatore troppo sopravvalutato : chiedi equilibrio
Giocatore ritenuto pippa : cavalchi l’onda e ci dai dentro a smerxare

Ma era ben spiegato. Non avevi sctritto che “da giovane” avevi il QI di Einstein
Oh, lo hai scritto tu, no n io

ardi06
ardi06
15 giorni fa

Ma che cosa dici?! 😅

Milinkovic-Savic chiude la porta: le sue parate decisive contro il Milan

L’assist a San Siro cambia il futuro di Bayeye: ora può restare