Le dichiarazioni del centrocampista del Toro Jacopo Segre sulla preparazione estiva e la nuova stagione che attende i granata

A pochi giorni dall’esordio del Toro targato Juric, Jacopo Segre commmenta così la preparazione estiva e ciò che attende i granata: “Siamo decisamente pronti. Dopo il ritiro e così tanti allenamenti sotto l’aspetto di forza e di intensità messe da parte di tutto il gruppo, ci stiamo avvicinando a questo grande inizio. C’è tanta voglia di cominciare. Ritrovare i tifosi a Santa Cristina è stato un piacere e motivo d’orgoglio. C’era la gente che era pronta ad accoglierci alle otto del mattino al campo, fino alle otto di sera. Erano solo sorrisi. Vedere le persone che venivano al campo chiedendo foto, autografi e epr vedere i giocatori del Toro è un’emozione che non si viveva da tanto tempo. Io e tutta la squadra, come tutti i giocatori, non vediamo l’ora di tornare a giocare allo stadio con gli spalti pieni, pee poter assistere a momenti amgici nel calcio, che solo i tifosi ti sanno dare“.

Segre: “Juric ha portato grande intensità ed esperienza”

Sul nuovo tecnico Ivan Juric: “Il Mister è una grande persona ed un grande allenatore. È entrato subito ina zione dando consigli tattici e da giocatore, da uomo in campo con i suoi suggerimenti. A me personalmente ha dato tanti consigli su dove migliorare e crescere. È un allenatore che porta tanta intensità ed esperienza. Lo ascoltiamo quotidianamente per arrivare al meglio già per la Coppa Italia e poi per il campionato. Il ruolo che prediligo a centrocampo? Juric usa un modulo con due centrocampisti. Io per prima cosa mi adatto in base alle indicazioni che mi dà, per dare il meglio e fare ciò che chiede. Sicuramente mi piace stare nel centrocampo a due, ma posso giocare anche come trequartista. Nel suo modulo, seguo ciò che lui dice“.

Segre: “Le esperiene nelle Serie cadette aiutano a crescere”

Sui prestiti e le esperienze passate: “Ho inziato con la gavetta. Ai più giovani dico che i percorsi di crescita per affacciarsi ad un calcio di Serie A possono passare alle Serie cadette per consocere al meglio il calcio professionistico e per farsi le ossa. Fa bene sia dal punto di vista umano che caratteriale, perchè permette di crescere tanto. Il test di domani contro l’AZ Alkmaar? sarà una partita affascinante, bella, di grandissima intensità contro un’avversaria forte. Sarà l’ultimo match prima di un incontro ufficiale. Dovremo quindi farci trovare pronti perchè sarà un test prestigioso a livello europeo”.

Sul tempo libero: “Le Olimpiadi? Vedere nei 4×100 l’Italia trionfare è stato un orgoglio, un’emozione. Mai come quest’anno l’Italia ha portato trionfo ovunque. Il mio tempo libero? È da qualche anno che ho scelto di portare avanti il mio percorso di studi con Scienze motorie. Mi mancano una decina di esami per laurearmi. Cerco di portarmi avanti perchè penso che sia un momento per ecercare di approfondire alcuni argomenti che servono anche nello sport“.

Jacopo Segre of Torino FC in action during the Coppa Italia football match between Torino FC and Virtus Entella.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 07-08-2021


9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
paolo 67 (tabela)
paolo 67 (tabela)
2 mesi fa

Gobbo di m….

MondoToro
MondoToro
2 mesi fa

Ah il nostro caro gobbetto…miracolati della Cairese, atto…boh…duecentesimo?

Ultrà
Ultrà
2 mesi fa

lo scugnizzo…Zaza&Verdi…Sirigu&Nkoulou…Soriano&Segre…stessa azione (quello che li paga)…reazioni diverse…

Torino-Cremonese, in vendita i biglietti: prezzi ed informazioni

Torino, attacco sotto esame: è un test per Sanabria e i trequartisti