Il portiere granata, dopo diversi alti e bassi e numerose critiche, contro il Parma è tornato a compiere salvataggi determinanti

Per Salvatore Sirigu questa stagione è sicuramente una tra le più difficili che il portiere sardo abbia mai vissuto. Con il Toro che naviga nelle zone basse della classifica, prima della vittoria di ieri i granata si trovavano all’ultimo posto. Diversi errori da parte del portiere e quel sorriso dal campo dopo la sconfitta in casa contro l’Udinese non avevano di certo fatto piacere ai tifosi granata. Dopo quella sconfitta 2 a 3 in favore dei bianconeri, allenati da Luca Gotti, il portiere granata aveva anche perso il posto da titolare. Marco Giampaolo infatti aveva preferito far giocare Milinkovic-Savic contro la Roma per poi confermalo anche nella sfida successiva in casa contro il Bologna. Solamente nell’ultima partita del 2020 Sirigu è tornato tra i pali portando a casa una buona prestazione. Infine ieri ha salvato il Toro.

I tre salvataggi contro il Parma

Nella vittoria di ieri 0 a 3 contro il Parma uno dei protagonisti è stato decisamente Sirigu. Il portiere granata e Armando Izzo, entrambi sul punto di partire la scorsa estate, dopo mesi difficili possono considerarsi per mister Giampaolo due giocatori ritrovati. Ieri, dopo qualche incertezza nella prima frazione di gioco, nel secondo tempo il portiere ha compiuto tre miracoli dei suoi. Il primo su un tiro da fuori area di Inglese deviando il pallone sulla traversa, il secondo su un tiro mancino di Karamoh. Dopodiché il terzo salvataggio, ancora una volta su Inglese nel finale. Il Toro sembra aver ritrovato il suo numero 39 e lo spirito di gruppo.

Sirigu: seconda partita senza subire gol

Quella contro il Parma fin qui, in questo campionato, è stata la seconda partita in cui la porta di Sirigu è rimasta inviolata. In tutte le altre sfide il portiere sardo si è sempre fatto trafiggere dagli avversari. Il primo match in cui il Toro non ha subito reti è stato a inizio novembre contro il Crotone, sfida poi terminata 0-0. Ma, a differenza di ieri, in quel match Sirigu non fu particolarmente impegnato. Infatti il primo tiro da parte della squadra di Stroppa arrivò solo al termine della prima frazione di gioco. Adesso l’obiettivo nella testa di Sirigu e compagni è quello di continuare a far bene, a partire da mercoledì contro l’Hellas Verona.

Salvatore Sirigu
Salvatore Sirigu
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 04-01-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
maurone
maurone (@maurone)
11 mesi fa

E’ una speranza dell’articolo sta e di noi tifosi o qualcuno ha parlato? Servono fatti, cioè parate, giocare e gol. Sino a ieri solo parole, e raramente di un giocatore su cui sono stati costruiti 11 punti in 15 partite, fatti pochi…..presi tanti!

Contro il Parma gol e assist per Gojak. Bastano 20 minuti ad insidiare Verdi

Giudice Sportivo, nessuno squalificato per Torino-Verona