Toro, il Grande Torino invaso dai tifosi ospiti nei big match

Il Grande Torino “invaso” dagli avversari nei big match: ormai è diventata un’abitudine

di Veronica Guariso - 25 Novembre 2019

Durante i big match, i tifosi delle squadre avversarie invadono il Grande Torino in tutti i settori. La sfida con l’Inter è stata solo l’ultima riprova

La partita contro l’Inter ha portato ad un risultato negativo non solo in campo ma anche sugli spalti. Quanto accaduto in Curva Primavera non è di certo passato inosservato, rovinando quanto di bello può esserci nell’assistere dal vivo ad un match. Complice sicuramente la presenza di tifosi nerazzurri in un’area che dovrebbe essere riservata al popolo granata, ma che invece è stata lasciata agli avversari, così come una grande fetta degli altri settori. Sempre più spesso accade quindi che le partite di un certo calibro portino le tifoserie rivali ad invadere lo stadio Grande Torino e l’Inter è solo uno dei tanti casi: anche con Napoli e Milan la situazione è stata la medesima. La crisi è perciò anche sugli spalti.

Il Grande Torino invaso dagli avversri: resiste solo la Maratona

Da qualche anno ormai, in partite importanti, le tifoserie avversarie approfittano delle scarse restrizioni e dei prezzi abbordabili per distribuirsi non solo nel settore ospiti, ma anche nel resto del Grande Torino. L’unica parte che resiste imperterrita è giustamente la Maratona, cuore del tifo granata. In questi casi quindi, anche fra le mura amiche è difficile sentirsi totalmente a casa. La presenza cospicua degli avversari pesa.

Contro l’Inter tutto ciò si è visto: oltre alla Primavera, i distinti e le tribune erano pieni di tifosi nerazzurri sparsi qua e la, che hanno rivelato la propria presenza scoppiando in un’esultanza collettiva dopo i gol, con una reazione di forte opposizione da parte della piazza granata. Tanto che Lautaro, dopo il gol, non ha nemmeno avuto il bisogno di andare ad esultare sotto lo spicchio degli ospiti, ma ha trovato nei distinti un folto gruppo di nerazzurri con cui condividere la gioia per il gol.

Meno pubblico per il Toro negli ultimi anni

Un tempo era difficile vedere situazioni come questa. Lo stadio si tingeva di un unico colore, non lasciando spazio ai rivali. La partecipazione però è diminuita negli anni: lo dimostra il calo degli abbonamenti che, con l’entusiasmo della promozione in A ai primi anni di Cairo, li portava a quasi 5.000 in più di quelli attuali. Ora più che mai poi, con la crisi che il Toro sta attraversando, i tifosi sono poco invogliati ad andare a vedere dal vivo i propri beniamini.

La contestazione sotto la pioggia ne è la riprova: il cambio di marcia va portato non solo in campo, ma anche sugli spalti. Il rischio è di avere i diversi settori dello stadio brulicanti di avversari proprio durante le sfide dove l’apporto del pubblico potrebbe fare la differenza.

più nuovi più vecchi
Notificami
ardi06
Utente
ardi06

Questo maledetto messo dagli ovini a distrutto il Toro

bida
Utente
bida

Non si va più allo stadio e non si scrive più su toro.it visto che i commenti vengono cancellati a muzzo

Lovi
Utente
Lovi

L’articolista dice che “un tempo era difficile vedere una situazione come questa”. Vero il contrario: un tempo era la consuetudine. Tutti mischiati in tribuna e distinti centrali e la curva filadelfia dedicata ai tifosi avversari. Che poi ci fosse un rapporto 1 a 10 per noi è un altro discorso.