Torino e Serie A, tour de force in vista: si giocherà ogni tre giorni

Longo prepara un tour de force: il Toro e la Serie A in campo ogni tre giorni

di Francesco Vittonetto - 16 Maggio 2020

La Lega Serie A ha proposto il 13 giugno come giorno per riprendere le partite. Il Torino dovrebbe giocare tredici partite in 50 giorni

Dal 18 maggio si ricominciano gli allenamenti collettivi, anche per il Torino, e il 13 giugno tutti in campo per la Serie A: questo, almeno, è il piano della Lega. Dal Governo l’ok convinto è arrivato solo per la prima parte del piano: pur con qualche botta e risposta con i club sul protocollo, Spadafora ha dato il suo benestare alla ripresa. Per le partite si vedrà più avanti, in base ai parametri di diffusione del contagio e agli ulteriori protocolli che saranno prodotti. Ma l’apertura, da parte del Ministro dello Sport, è arrivata: “Se tutto viene rispettato, non vedo perché il 13 giugno non si possa ripartire”.

Torino, la situazione degli allenamenti al Filadelfia

Il Torino di Longo, dunque, si riapproprierà pienamente del Filadelfia all’inizio della prossima settimana, dopo che giocatori e staff si sono sottoposti al secondo ciclo di tamponi e test sierologici.

La prima settimana, a dire il vero, non sarà tanto diversa da quanto i granata stanno già facendo sul prato del centro sportivo in questi giorni: dagli allenamenti in gruppetti da tre, si potrà passare a quelli in gruppi da sette o otto giocatori, non di più. E le sedute in palestra dovranno essere ridotte all’essenziale e assolutamente controllate (ma qui si può approfondire il nuovo protocollo).

Serie A compressa: gli scenari del calendario

Un occhio alle date, allora. Il 13 giugno è il giorno ipotizzato per la ripresa, quello preferito dalla maggioranza dei club (non dal Toro, che in Assemblea ha votato per il 20 giugno assieme ad altre quattro società). Mentre il 2 agosto è il termine ultimo per i campionati nazionali sul quale al momento l’Uefa non ha ammesso deroghe: da lì in poi, infatti, dovrebbero ripartire Champions ed Europa League.

La Serie A, qualora ripartisse, sarebbe compressa. Il Torino deve ancora giocare tredici partite, considerando il recupero della 25^ giornata contro il Parma. Tredici partite da disputarsi in 51 giorni: in media una ogni tre, considerando che nel mezzo vanno inseriti gli stop per semifinali e finale di Coppa Italia. Un tour de force.

Il tempo per prepararsi ad un simile sforzo è poco: di fatto tutte le squadre, considerando la prima settimana “soft”, avrebbero una ventina di giorni di reale lavoro collettivo, quello in cui gli allenatori potranno lavorare con la rosa al completo.

E l’intoppo è dietro l’angolo: qualora un membro del gruppo squadra venisse trovato positivo al Covid-19, scatterà per tutti l’isolamento per 14 giorni, con conseguente sospensione degli allenamenti collettivi fino allo svolgimento di nuovi test molecolari e sierologici. A meno che dal Comitato Tecnico-Scientifico non arrivi un passo indietro su questo punto.

Filadelfia
Filadelfia