Belotti, una gara da mediano: con l’Udinese nessuno ha recuperato più palloni

di Veronica Guariso - 12 Febbraio 2019

In Torino-Udinese Andrea Belotti si è messo in luce per grinta e spirito di sacrificio: cinque i palloni che ha strappato agli avversari

Non è stata la miglior partita di quest’anno quella che il Torino ha giocato contro l’Udinese ieri. Sicuramente però era importante portare a casa i tre punti per restare in zona Europa League e così è successo. Ancora una volta a segnare non è stato un attaccante, bensì Ola Aina, con la sua prima rete in Serie A. In compenso, però, Andrea Belotti è riuscito ad essere il giocatore del Toro che ha recuperato più palloni. Nonostante l’esplicita richiesta fatta da Walter Mazzarri di non rientrare così spesso in fase difensiva, il Gallo anche con l’Udinese si è sacrificato per la causa granata. dando una mano ai compagni nelle diverse aree di campo, senza però poter restare a disposizione per eventuali palle gol.

Belotti: cinque palloni recuperati ma solo un solo tiro in porta

Contro l’Udinese, come detto, è stato il giocatore granata che ha recuperato più palloni: sono stati infatti cinque. L’unico ad averlo battuto è il difensore bianconero Ekong con sei. La grandissima generosità mostrata da Belotti si è però spesso rivelata un’arma a doppio taglio: se da un lato il suo contribuito in fase difensiva si è dimostrato preziosa, dall’altra il centravanti è apparso in alcuni momenti chiave poco lucido davanti alla porta (vedi l’occasione del possibile 3-3 non sfruttata all’Olimpico contro la Roma). Osservando i numeri della partita di Belotti contro l’Udinese, non spicca solamente quel cinque a fianco della voce palle recuperate, ma risalta anche quell’uno accanto alla voce tiri in porta. Già, il centravanti del Torino ha impegnato il portiere avversario di quanto fatto da un terzino come Aina. Numeri, questi, che sottolineano come Belotti abbia ancora una volta dimostrato in campo di porre il bene della squadra davanti agli interessi personali.

Torino, per Belotti i complimenti di Mazzarri e Cairo

Dopo una prestazione generosa come quella contro l’Udinese, in cui è riuscito comunque a risultare fondamentale per la vittoria finale, per Belotti non potevano che arrivare i complimenti. Prima quelli di Walter Mazzarri, che lo ha definito come un “attaccante moderno ma un po’ sfortunato”. Poi quelli del presidente Urbano Cairo, che con fermezza rimarca spesso la sua fiducia nei confronti del numero 9, ha esternato il suo giudizio positivo: “Ha fatto una grande partita, sta facendo un lavoro pazzesco per la squadra. Dalla sua caparbietà nasce l’azione del gol, hanno dovuto espellere De Maio per due falli su di lui. Giocando così, quando si sbloccherà comincerà a fare come le slot machine”.

più nuovi più vecchi
Notificami
Zaccarelli
Utente
Zaccarelli

Che segnino ANCHE Aina, De Silvestri, NKL mi sta benissimo, ma Belotti dovrebbe stare sempre in area a ricevere cross e passaggi. Quello dovrebbe fare un centravanti. Il gioco del calcio fondamentalmente é materia semplice. Spesso ci ritroviamo a pensare come il celebre filosofo Catalano di ” Quelli della notte”:… Leggi il resto »

Andreas
Utente
Andreas

Qualche tifoso sarà contento!! Sono talmente tanti anni che la si mena che la cosa più importante è uscire con la maglia bagnata, prendere a calci in culo i gobbi in campo, randellare x farsi rispettare, che chi ha il piede troppo buono è meglio che corra e non faccia… Leggi il resto »

mas63simo
Utente
mas63simo

Peccato che non è un mediano. Vediamo di fargli fare l attacante e basta . Non mi interessano i contrasti vinti ma i gol fatti e quest’anno sono proprio pochi 3 su azione !

X