Torino-Udinese, Falque vince il duello in attacco: per De Paul non c’è partita

2
CAMPO, 11.2.18, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-UDINESE, nella foto: Jakub Jankto, Iago Falque, Valon Behrami

Il duello di Torino-Udinese / Iago Falque è ancora una volta indispensabile per il Toro, De Paul entra a gara in corso e non incide

Vince e convince il Torino che contro l’Udinese porta a casa tre punti estremamente importanti per la classifica e soprattutto, a una settimana dal derby, per il morale. Una partita coronata anche dalla rete di Belotti che finalmente torna a sbloccarsi e a far vedere il vero Gallo, magari ancora non al top della condizione ma sicuramente sulla strada giusta per tornare a trascinare i granata. E per un attaccante che torna, un altro si conferma, ancora una volta, vero punto di forza della squadra di Mazzarri. Si tratta ovviamente di Iago Falque, attesissimo alla vigilia della sfida contro l’Udinese e ancora una volta protagonista di una prestazione di ottimo livello. I primi 20 minuti sono i suoi: corre, mette in crisi la difesa bianconera e sfiora la rete del vantaggio dopo appena 5 minuti. Calcio di punizione per il Torino, lo spagnolo sulla palla fa partire un missile dritto in porta. Bizzarri battuto, è solo la traversa a negare la gioia del gol a Falque. Venti minuti forsennati dopo i quali l’attaccante  abbassa i ritmi ma resta comunque un punto di riferimento importante per i granata. Gioca sia da esterno che tra le linee e in entrambi i casi mette in totale ombra il suo avversario di giornata, Rodrigo De Paul.

L’attaccante bianconero parte dalla panchina e fino al 22’ del secondo tempo è costretto a guardare la partita da spettatore. E anche in campo il ruolo non cambia di molto. Entra appena dopo il raddoppio di Belotti ma a quel punto, complice anche il risultato ormai segnato, fare la differenza è davvero difficile. Nel complesso, una prestazione sotto tono la sua, nella quale non riesce ad incidere e dare un apporto concreto alla sua squadra. Perde l’Udinese, dunque, e perdere anche Rodrigo De Paul: il duello è di Iago Falque.

2 Commenti