Millico, prima riserva in attacco: con l’Udinese può arrivare l’esordio

di Veronica Guariso - 7 Febbraio 2019

Con Zaza squalificato e Parigini ancora alle prese con un problema muscolare, Millico diventa la prima alternativa per l’attacco del Torino

Con Simone Zaza out per squalifica e Vittorio Parigini ancora alle prese con un problema muscolare, l’attacco di Mazzarri rimane limitato e le scelte saranno obbligate per la gara contro l’Udinese. L’unico che potrebbe trarre beneficio dalla situazione è Vincenzo Millico, attaccante classe 2000, che sta spopolando nel campionato Primavera, con i suoi 25 gol totali, contando anche i 2 fatti in Coppa Italia (l’ultimo proprio ieri nella gara di andata della semifinale, contro l’Atalanta). Il giovane talento granata, che si sta alternando tra Primavera e Prima Squadra, non ha ancora avuto occasione di esordire con Mazzarri, che lo ha già convocato in molteplici occasioni. Contro l’Udinese potrebbe essere la volta buona, tenendo conto anche della volontà della società di vederlo scendere in campo con i grandi. Nonostante la giovane età, infatti Millico sta continuando a stupire, detenendo il titolo di capocannoniere del suo campionato, e trascinando spesso i compagni alla ribalta. L’esordio sarebbe il giusto riconoscimento per premiare l’impegno e la costanza, uniti al talento.

Torino, Millico: l’esordio in A nel mirino

La crescita di Millico sembra inarrestabile e, considerato il momento d’oro che sta vivendo, l’attaccante potrebbe riservare sorprese anche in un eventuale esordio con la prima squadra. Mazzarri ha notato il talento del giovane e lo ha già convocato in tre occasioni: contro Roma, Inter e Spal. Contro l’Udinese, però, salvo imprevisti, i presupposti per vederlo finalmente tra i grandi ci sono. Ha già presenziato a diversi allenamenti con Mazzarri e ha già avuto modo di assaggiare il gioco del tecnico livornese. Ora non resta che metterlo in pratica su un campo di Serie A, non solo al Filadelfia.

Millico, l’arma in più della Primavera

Non è facile mantenere la concentrazione e le condizioni fisiche al meglio quando si deve giocare spesso e con quel profumo di serie A che è sempre più intenso. Lo sa bene Vincenzo Millico, che sta tenendo i piedi per terra continuando a trascinare la formazione Primavera. Il giovane capocannoniere del Campionato Primavera, si è reso indispensabile perciò privare Coppitelli di una talento come il suo deve portare a qualcosa di costruttivo, anche perché nel frattempo la Primavera del Torino è impegnata su più fronti tra campionato, Coppa Italia e non manca molto alla finale di Supercoppa e al Torneo di Viareggio.

più nuovi più vecchi
Notificami
Gerry
Utente
Gerry

Piuttosto giocheranno berenguer lukic o bremer attaccanti che mazzarri decida di metterlo in campo io lo metterei dall’inizio con belotti e iago faccia vedere cosa sa fare….

RiminiGranata
Utente
RiminiGranata

@RAGAZZI, andiamoci piano! Vi lancio una provocazione! ma secondo voi se gli OVINI ci prestassero per un mese CR7 che fine farebbe nel gioco e modulo di W.M. ???? Il ragazzo è una risorsa e piuttosto di bruciarlo meglio lasciarlo in primavera Se poi il Mister ci farà ricredere e… Leggi il resto »

madde71
Utente
madde71

scopriresti il terzino che è in lui,tutto li

corrado
Utente
corrado

Io lo schiererei terzino, non sia mai che ci esponiamo troppo alla manovra offensiva dei nostri avversari. Scherzi a parte, dai Vincenzo!

X