La presentazione del Verona / Un ottavo posto ed un gioco efficace caratterizzano gli scaligeri, favoriti in trasferta

Poco il tempo a disposizione del Torino per riprendere fiato, perché mercoledì ad attenderlo c’è il Verona di Juric, reduce da una vittoria contro lo Spezia. Il tour de force prosegue infatti con una sfida complicata, contro una delle squadre rivelazione della stagione. Un ottavo posto con ventitré punti raccolti in sei vittorie, cinque pareggi e quattro sconfitte. Il bilancio è perciò estremamente positivo per quanto riguarda i gialloblù, che proveranno a dare continuità al primo risultato del 2021. La qualità, che si era già vista nella scorsa stagione assicurando un posto a Juric nella lista degli allenatori più blasonati, si è ripresentata anche in questa stagione.

Hellas Verona, Juric sfrutta la “scuola Gasperini” a livello di gioco

Tante le note positive di questo Verona che, nonostante le partenze estive, è riuscito a replicare gli ottimi risultati raccolti nello scorso campionato. Gli scaligeri hanno scelto di proseguire con l‘erede di Gasperini e la decisione è stata ripagata sul campo, assicurando loro il primo posto per le prime due giornate. Il rendimento degli scaligeri resta più positivo fuori casa, con solo una sconfitta su sette match giocati. A livello di gioco invece, la costruzione dell’azione dal basso e lo sfruttamento delle fasce, quindi di Lazovic e Faraoni, caratterizzano il gioco dei gialloblu, che puntano all’aggressività a partire dalle retrovie ma anche ad una buona copertura difensiva. Il 3-4-2-1 è il modulo prediletto dal Verona, che riesce a far rendere in modo esponenziale tutti i membri dell’organico.

Toro attento a Zaccagni, giocatore rivelazione della stagione

Non sarà semplice perciò per il Toro, ancora a caccia della prima vittoria tra le mura amiche. Oltre a Juric, riuscito a superare il suo “maestro” Gasperini, ci sono diversi elementi pericolosi all’interno della rosa gialloblu, considerata corta ma di grande efficacia. Tra questi non può mancare di certo il giocatore rivelazione del campionato, Mattia Zaccagni. La rovesciata con stop di petto realizzata contro lo Spezia è infatti la ciliegina sulla torta per quanto riguarda il talento dell’attaccante classe ’95, che si è già reso autore di quattro gol e quattro assist in quindici presenze totali. Versatile e dalle grandi capacità tecniche, può dare fastidio alla difesa granata, che dovrà stare attenta.

Mattia Zaccagni Hellas Verona
Mattia Zaccagni Hellas Verona
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 05-01-2021


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
bertin
bertin (@bertin)
11 mesi fa

Il Verona gioca bene, bene organizzati anche in difesa. Ma si sono indeboliti rispetto all’anno scorso a mio avviso. In particolare l’attacco è nella media (media bassa) ma la difesa è davvero eccellente, perchè consci dei loro difetti giocano molto chiusi e poi punzecchiano… Il toro se la gioca alla… Leggi il resto »

Charlie66
Charlie66 (@charlie66)
11 mesi fa
Reply to  bertin

mah io quest’anno tutto ‘sto bel gioco non l’ho visto. quando giochiamo noi così si traduce in difesa e contropiede (e xulo) e non dite di no visto che subito dopo parma tutti si sono affrettati a dire che col verona non potremo giocare così (perché già lo fanno loro)… Leggi il resto »

Belotti fa anche il trequartista: assist e dribbling con numeri da 10

Torino-Verona, la vittoria in casa manca dal 2001