Il posto di Zaza è a rischio con Sanabria che sta per rientrare e con Verdi che, contro il Genoa, Nicola ha schierato a fianco a Belotti

Le prestazioni di Simone Zaza, dopo la doppietta contro il Benevento, sono andate a calare. E adesso il posto dell’11 granata è a rischio con Sanabria che dovrebbe essere presto a disposizione di Davide Nicola. L’attaccante paraguaiano, arrivato al Toro dal Betis l’ultimo giorno della sessione invernale di calciomercato, non è mai stato arruolabile a causa della positività al Coronavirus. Quando rientrerà, sicuramente Nicola avrà un occhio di riguardo dato che conosce molto bene le sue caratteristiche e potenzialità avendolo allenato e rilanciato durante l’esperienza al Genoa nella scorsa stagione. Inoltre, nella partita contro il Genoa, Nicola ha fatto entrare a gara in corso Verdi, proprio al posto dell’11 granata, facendolo mettere al fianco di Belotti. Altro segnale non positivo per Zaza che si vede altri due contendenti per il posto affianco al Gallo.

Le quattro partite di Zaza con Nicola

Un segnale che era emerso era sicuramente quello che Nicola puntasse molto su Zaza. Infatti il tecnico, nato a Luserna San Giovanni, alla sua prima partita al Toro lo aveva subito schierato titolare. Con due reti che hanno permesso ai granata di acciuffare il pareggio, aveva prontamente ripagato la fiducia del suo allenatore. Negli incontri successivi contro Fiorentina, Atalanta ed infine nell’ultima sfida contro il Genoa, Zaza non ha brillato particolarmente. Il Toro, che in queste ultime quattro partite ha raccolto sempre solo un punto, ora deve iniziare a vincere e per farlo c’è bisogno dei gol di Belotti e della presenza di un giocatore, una spalla, che possa dargli una mano. Elemento che è mancato troppo spesso in questo campionato, anche nell’ultima partita contro il Genoa.

La deludente prestazione contro il Genoa

Nella partita contro la squadra allenata da Davide Ballardini, il lucano è stato tra i più deludenti. L’ex Valencia non si è praticamente mai visto in tutta la prima frazione di gioco. Invece, nel secondo tempo, ha sprecato un’occasione su un ottimo lancio di Mandragora colpendo il terreno e non il pallone. Zaza ora dovrà iniziare a sgomitare per trovare un posto preciso anche perché il Toro ha bisogno di tutti e, soprattutto, di qualche vittoria per centrare l’obiettivo salvezza.

Simone Zaza
Simone Zaza
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 14-02-2021


17 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
9 mesi fa

Lo svuota cantine che è il Toro di cairo con Verdi, Zaza, Linetty, Murru, Rodriguez, gli stessi Sanabria e Mandragora, e portieri sino ad oggi escluso Sirigu, ( che gliela sta facendo pagare come altri per le bugie) comincia a dare i risultati attesi????

odix77
odix77
9 mesi fa

con la rosa attuale senza sanabria io azzerderei un 3-4-2-1 con verdi e lukic dietro a Belotti CENTRALE che di una sola cosa si deve occupare , stare in area e segnare stop….. in mezzo al campo tra baselli , rincon, mandragora .. con anche lynetti da valutare ne hai… Leggi il resto »

Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
9 mesi fa
Reply to  odix77

Più che sufficienti….direi di sfoltire a cominciare da Belotti e Singo, no? Almeno la paghetta dei cloni non si tocca….

davidone5
davidone5
9 mesi fa

Basta parlare di verdi e zaza, il loro posto è lontano dal TORO semplicemente perchè sono giocatori scarsi ed inutili oltre che dannosi, piuttosto di mettrli in campo sarebbe meglio giocare in 10.

Cottafava:”Contenti dei 3 punti. Ma non abbiamo risolto tutti i problemi”

La squadra promuove Nicola (e scarica Giampaolo): “Ora abbiamo le giuste motivazioni”