Il momento no della squadra fa arrabbiare Belotti: l’attaccante deve essere bravo ad incanalare questa rabbia e trasformarla in riscatto

La rabbia, quella agonistica, spesso lo ha portato a risolvere quasi da solo i problemi del Toro: è una caratteristica che da sempre ha contraddistinto un lottatore come Belotti. Trascinatore e grande artefice della classifica dei granata: senza di lui è facile immaginare come se la passerebbe la squadra di Mihajlovic. La rabbia di Empoli no, quella non ha avuto il solito effetto. Alle sue scenate (seppure contenute) i tifosi non erano abituati: è chiaro che l’attaccante non aveva ancora digerito l’episodio del rigore al Milan battuto da Ljajic per reagire in modo così nervoso e rabbioso nei confronti di Falque.

Questo Belotti è “dannoso” al Toro ma soprattutto dannoso a se stesso: ha lavorato sodo per diventare mister 100 milioni, per essere il simbolo di questo Toro, il futuro anche della Nazionale. Fa notizia il fatto che l’ultimo ad arrendersi, il più generoso, sia ora nella lista dei più nervosi. Il gruppo ha bisogno di ritrovarsi e di una vera scossa che solo i giocatori di maggior carisma possono dare.

Trasformare quell’urlo di rabbia in urlo di riscossa: se lo augura chi ancora crede che la stagione non sia finita, Europa o no. E se lo augura Belotti, che in questi mesi sta costruendo parte del suo futuro: i gol, il meritato contratto, la clausola, e i nuovi gol a conferma della bontà dell’investimento fatto. Dalla riscatto di Belotti può passare anche il riscatto del Toro.


63 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
marjanovic (presi dente cariato)
marjanovic (presi dente cariato)(@marjanovic)
4 anni fa

scusate ma mi è venuto da sorridere leggendo che qualcuno vorrebbe un intervento della società. ma amici cari. il presidente si fa vivo davanti alle telecamere solo quando il Toro vince e scolpare quando perde. Associa la sua immagine solo agli episodi positivi e mai a quelli negativi come da… Leggi il resto »

eri minio
eri minio(@eri-minio)
4 anni fa

Nonna Letizia, madre di mia madre, a quest’ora avrebbe ormai stabilito “basta vissi a ‘ste masnà”. E andare. Andare anche a dimagrire, per esempio, oppure in un’altra squadra ma non autocassaintegrarsi a stipendio intatto. E buongiorno a Lei, Presidente Cairo Urbano, Presidente del Toro, vero? Non è che mi confondo?… Leggi il resto »

MG1961
MG1961(@mg1961)
4 anni fa

“#15 ? #forzavecchiocuoregranata Torino Football Club” Questa è la risposta del Gallo (pubblicata di là) Ringrazio la direttora per un’articolo inutile.

Rossettini, 7-10 giorni di lavoro personalizzato, Molinaro e Avelar in gruppo

Lukic, la vera occasione: se Mihajlovic vorrà concedergliela