Toro, la presentazione dell'avversaria: ecco la Fiorentina

Toro, la presentazione dell’avversaria: ecco la Fiorentina

di Marco Sangiorgio - 23 Febbraio 2017

La squadra di Sousa coltiva ancora la speranza di raggiungere un piazzamento europeo: Benardeschi è l’uomo in più, Kalinic il finalizzatore

Fiorentina e Torino hanno iniziato il campionato con le medesime ambizioni: provare a lottare fino all’ultima giornata per conquistare un piazzamento utile alla qualificazione alla prossima Europa League. I viola hanno iniziato male la stagione, ma hanno recuperato il distacco accumulato e si trovano ora a sette punti dal sesto posto occupato dalla Lazio. Il Toro ha fatto il percorso inverso: grande inizio e poi la crisi. Attualmente i granata hanno cinque punti in meno della squadra di Sousa.

La Fiorentina è squadra solida e di qualità. Davanti può contare sulla classe di Bernardeschi e sull’efficacia di Kalinic. Il fantasista è l’uomo in più dei viola; colui che può cambiare la partita in qualsiasi momento, grazie alle ottime doti tecniche. Kalinic è invece il finalizzatore delle azione offensive, il goleador che lavora al servizio della squadra. I suoi movimenti senza palla sono tra i migliori dell’intera Serie A.
Il nome nuovo è quello di Federico Chiesa, classe 1997, al primo anno da protagonista in massima serie. Il giovane figlio d’arte ha subito mostrato grandi doti di corsa e forza fisica abbinate a qualità tecniche da grande giocatore. Anche la mentalità sembra essere quella giusta per crescere e diventare un campione. La Fiorentina lo sta già coccolando, la Nazionale Italiana potrebbe farlo tra non molto.

Il 3-4-2-1 di Sousa si affida, oltre che alla qualità dei suoi attaccanti, anche alla corsa degli esterni e alla solidità difensiva. Borja Valero e soprattutto Ilicic non stanno vivendo la loro migliore stagione, ma il loro calo è stato compensato dalla crescita di Bernardeschi e Chiesa, e dalla costanza di Vecino e Badelj. In difesa anche Gonzalo Rodriguez ha avuto un rendimento inferiore alle passate stagioni, ma Astori è ormai una garanzia e Sanchez una bella scoperta. In alternativa al colombiano c’è Nenad Tomovic, accostato anche ai granata in questa estate.

4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
io
io
3 anni fa

altro k.o.

Franco (Conte Rosso)
Conte Rosso
3 anni fa

Forza ragazzi fateci un regalo… specialmente per noi granata toscani.

toro fonz
toro fonz
3 anni fa

In una zona nevralgica del campo abbiamo giocatori leggeri e facili da saltare e che spesso fanno falli stupidi.I rischi contro squadre come la viola, sono soprattutto questi…lukic meglio di valdifiori e Acquah al posto di uno dei B…liajc solo un tempo dando tutto poi Boye. stesso discorso con Falque.… Leggi il resto »