La squadra di Allegri si conferma la più forte del campionato. Tante assenze  nel reparto difensivo, ma recuperi importanti in attacco

Archiviata la sconfitta contro la Sampdoria, il Toro deve preparare il derby con la Juventus. La squadra di Allegri è reduce dalla netta vittoria casalinga contro l’Atalanta e ospiterà mercoledì nella gara di Champions League la Dinamo Zagabria. La partita contro i croati potrà sancire il ritorno in campo di Paulo Dybala, assente dalla gara contro il Milan. L’argentino potrebbe recuperare a pieno proprio nella settimana che porta al derby e giocarsi, così, una maglia da titolare con Higuain e Mandzukic.

La concorrenza appare serrata. Queste settimane hanno infatti restituito alla Juve il miglior Mandzukic: aggressivo e decisivo sotto porta. Più appannato, invece, Higuain: a secco dalla partita contro il Napoli del 29 ottobre. Uno dei due potrebbe lasciare spazio proprio a Dybala. L’attacco bianconero, a prescindere dagli interpreti, rimane un reparto molto temibile e completo per le caratteristiche dei suoi interpreti. La tecnica di Dybala, la fisicità di Mandzukic, la freddezza di Higuain.

La rosa di qualità permette ad Allegri di poter utilizzare diversi moduli. Il tecnico predilige il 3-5-2 ma, viste le tante assenze in difesa, può passare ad una retroguardia a quattro con un 4-3-1-2 o 4-4-2. Ai box ci sono Bonucci, Barzagli, Dani Alves, mentre Benatia è alle prese con qualche problema muscolare, ma dovrebbe tornare disponibile per domenica.

A centrocampo intoccabili Marchisio, Khedira e Pjanic. Il tedesco è bravo negli inserimenti senza palla, il bosniaco è sempre pericoloso sui palloni inattivi. Pjanic è stato oggetto di tante critiche da parte dei tifosi bianconeri in questo inizio di stagione a causa di prestazioni spesso deludenti. Rimane, tuttavia, un giocatore fondamentale nell’undici di Allegri. Dietro di loro scalpitano Sturaro ed Hernandes. Sulla sinistra è intoccabile Alex Sandro, giocatore a tutta fascia pericoloso in fase offensiva e accorto in quella difensiva. Per questo motivo, Allegri ha spesso impiegato Evra nel ruolo di terzo di difesa. Sulla destra c’è Lichtsteiner, vista l’assenza di Dani Alves, con Cuadrado pronto a subentrare per una Juve più offensiva.

 


13 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
thethaiman
thethaiman(@thethaiman)
5 anni fa

? ? ? ? ????? etc….

T
T(@t)
5 anni fa

Mi viene la nausea già alla lettera J… Che schifo che mi fanno. Ogni anno sempre di più.

remy
remy(@remy)
5 anni fa

Sempre di merda si tratta.

Mihajlovic, clima derby: “Vince il migliore, cioè il Toro!”

Derby, tutto esaurito: pienone per Torino-Juventus