Mandragora ha a disposizione una settimana per cercare di tornare a disposizione in vista della sfida contro l’Udinese

Rolando Mandragora ha grande voglia di tornare a disposizione di Ivan Juric e dopo essere tornato a lavorare tra palestra e campo, ora il centrocampista granata mette nel mirino la sfida contro l’Udinese con la speranza di tornare arruolabile per la sfida contro i bianconeri. Una sfida che non è come tutte le altre per il numero 38 del Toro che ha indossato la maglia del club friulano dal luglio del 2018 fino all’inizio del 2021, per poi trasferirsi proprio al club granata. Ma Mandragora ora pensa solo al presente, che significa continuare a lavorare al Filadelfia per poter tornare a disposizione e dare una mano ai granata a rialzare la testa dopo la sconfitta 1-0 rimediata in trasferta contro lo Spezia di Thiago Motta. L’ex centrocampista della Juve vuole approfittare della settimana a disposizione per poter continuare a premere forte sull’acceleratore. Intanto Juric monitora con grande attenzione la situazione di Mandragora che sembra essere sulla strada giusta.

Mandragora vuole tornare ad essere una pedina importante

Mandragora vuole tornare subito ad essere una pedina importante nello scacchiere di Juric. Dopo essere uscito dal campo tra le lacrime nella sfida contro il Napoli si è dovuto sottoporre a un intervento perfettamente riuscito. In breve si è poi messo sulla via del recupero, manifestando anche attraverso un post su Instagram la sua grande voglia di tornare a disposizione. Il rientro del numero 38 granata era previsto proprio dopo la pausa per le Nazionali e sta procedendo tutto secondo i piani. Ormai il suo ritorno è davvero vicino e Juric non può che sorridere. Il tecnico croato ha già dimostrato in passato di voler puntare su Mandragora, che fin qui ha collezionato 8 presenze in campionato portando a casa praticamente sempre buone prestazioni.

Rolando Mandragora
Rolando Mandragora
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 15-11-2021


Lukic e Milinkovic-Savic volano al Mondiale

Anche Sanabria non è al meglio. Ma il ct del Paraguay rassicura: “Può recuperare”