Ricardo Rodriguez, finito ai margini con Nicola, cercherà spazio con la Svizzera durante questa pausa Nazionali

Sembrava fosse amore tra il Torino e Ricardo Rodriguez, e invece si è rivelato un fallimento. Voluto fortemente da Giampaolo, lo svizzero è senza alcun dubbio tra i giocatori che hanno patito maggiormente il cambio in panchina. Nicola gli ha infatti preferito altri compagni di reparto, segregandolo ai margini ed inserendolo solo in casi di estrema necessità. Questa pausa Nazionali può trasformarsi perciò nella vetrina perfetta per l’ex Milan, a caccia di minutaggio e spazio sul rettangolo verde.

Rodriguez, dalla titolarità fissa con Giampaolo all’esclusione

Non è più un segreto il fatto che ogni allenatore abbia i propri beniamini. Tra quelli del nuovo tecnico non figura il nome di Ricardo Rodriguez. Il terzino sinistro, arrivato in estate, ha infatti collezionato solamente due presenze, rispettivamente contro Benevento e Crotone con Nicola, invertendo completamente l’andamento della prima parte di stagione, sotto la guida di Giampaolo. La pressione si fa sentire e, senza spazio, rischia di chiudersi tutte le porte sul fronte mercato.

Con la Svizzera anche per il mercato

Lo svizzero di origini cilene è quindi pronto a conquistarselo con un’altra maglia: quella della Nazionale. Sono tre i match previsti per questa pausa Nazionali della sua Svizzera (contro Bulgaria, Lituania e Finlandia), perfetti per mettersi in mostra sul fronte internazionale e tornare in voga. Anche il Toro potrebbe trarre un vantaggio in caso di buona riuscita del piano: l’eventuale cessione a giugno sarebbe facilitata. Due piccioni con una fava quindi per le parti tirate in cause, a caccia di una soluzione funzionale a tutti.

Ricardo Rodriguez
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 25-03-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Fabio (febius6)
Fabio (febius6)
22 giorni fa

Altro fenomeno che solo la premiata ditta Cairo/Vagnati/Giampaolo poteva andare a comprare! 2 milioni al Milan, 1,5 milioni all’anno ad un giocatore che quando corre ha le stesse movenze di uno che se l’è fatta nei pantaloni…!

Cairo ricorda Guerini: “Un ragazzo d’oro. Era amico di mio figlio”

Guerini, il cordoglio degli ex compagni: “Non è giusto”