Torino, Vagnati e Bava dirigenti: cosa può cambiare

Come può cambiare il Toro con Vagnati: il ruolo di Bava e il nuovo assetto

di Ivana Crocifisso - 1 Maggio 2020

Con Vagnati arriverebbe alla corte di Cairo un uomo operativo esattamente come lo è Bava: il Toro rischia che qualche equilibrio si rompa

Un team dirigenziale diverso, se vogliamo più completo, almeno numericamente. Nella giornata di ieri Davide Vagnati ha chiuso un ciclo importante della sua vita, con la squadra che lo ha lanciato e fatto arrivare fino alla Serie A ma che contemporaneamente il ds ha costruito mattoncino dopo mattoncino, portandola dove al momento si trova. Vecchio capitolo in attesa di uno tutto nuovo da scrivere. Potrebbe essere con il Toro, come ormai noto, perché Cairo già la scorsa estate aveva provato a portarlo in granata, senza tuttavia riuscirci. Ma cosa cambierebbe al Torino con l’arrivo di Vagnati? Una piccola rivoluzione ci sarebbe, per forza di cose, visto che al momento la figura di Massimo Bava racchiude in sé quelli che sono i compiti di direttore sportivo ma anche di direttore tecnico.

Vagnati e Bava: la convivenza è possibile?

Quest’ultimo è il ruolo che Vagnati andrebbe a ricoprire ma al di là dei titoli la sostanza non sarebbe tanto diversa. Si parla infatti di stesse responsabilità – rispetto ad un ds – ma soprattutto in tutti e due i casi direttore sportivo e direttore dell’area tecnica sarebbero uomini operativi.

Fino ad oggi Bava, dopo l’addio di Petrachi, ha mantenuto la responsabilità della squadra Primavera – pur avendo il Toro individuato in Fabbrini il nuovo responsabile del Settore giovanile per le categorie inferiori – andando a sostituire come ds della Prima squadra il suo predecessore. Tante le situazioni da monitorare, considerato che sin dalla gara d’appalto Bava si era speso non poco, per esempio, per il Robaldo, lavorando per permettere al Torino di aggiudicarsi l’area che sarebbe poi diventata il quartier generale delle giovanili.

Non bisogna però nascondersi perché l’interrogativo resta: l’arrivo eventuale di Vagnati cambierebbe gli equilibri all’interno della struttura dirigenziale del Torino. Bava potrebbe tornare ad essere più presente e operativo per il vivaio senza tuttavia perdere le qualifiche acquisite negli ultimi dieci mesi. E Vagnati a quel punto si concentrerebbe esclusivamente sul mercato, riprendendo a fare il lavoro che ha permesso alla Spal di ritagliarsi uno spazio nel calcio che conta.

Davide Vagnati Spal
Davide Vagnati Spal

18 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
davidone5
davidone5
3 mesi fa

Sono sincero come sempre e dico che Vagnati non l’ho mai seguito come ds quindi non posso dare un giudizio. Il nostro vero problema si chiama Cairo ma almeno ha capito che avevamo bisogno di un ds al posto di bava che non è ancora pronto per la prima squadra.… Leggi il resto »

Casao92
Casao92
3 mesi fa

Se ricomincia il campionato bisogna fare risultati. Siamo a 2 punti dalla 18a.

paolo 67 (tabela)
paolo 67 (tabela)
3 mesi fa

Con cairetto al comando nn cambierà mai niente.
Vedere gl’ultimi 15 anni. C’è anche chi è soddisfatto della mediocrita cairota, io no.
CAIRO GAME OVER VATTENE.