Per Verona-Torino, Mazzarri vaglia la conferma del 3-4-2-1: Zaza, Verdi e Berenguer si scaldano. Ma Belotti tiene aperta l’ipotesi del ribaltone

3-4-2-1, da Bormio a Torino-Fiorentina. I frutti del lavoro estivo si sono visti nella vittoria del “Grande Torino” che ha dato respiro ad un ambiente logorato dai cattivi risultati e dai fumi della contestazione. Mazzarri, dopo il 4-4-1-1 dai due volti (era un 3-4-3 anche quello, ma solo in fase di possesso) di Marassi, ha puntato tutto sull’atteggiamento tattico che aveva contraddistinto il ritiro e le prime uscite di Europa League: una punta e due trequartisti di buona gamba, pronti anche a sacrificarsi in copertura per dar consistenza alla prima pressione.

Il Torino col 3-4-2-1 anche a Verona: ipotesi concreta

Al netto di un Berenguer in giornata ombrosa – ben diverso da quello visto a Marassi -, Verdi e Zaza hanno risposto presente. Come da previsioni di WM, che già durante la scorsa settimana li aveva visti in grande crescita. Un gol per l’11, una prestazione positiva per il 24, finalmente libero di testa e tonico di fisico. Tanto che di uscire dal campo, per far spazio a Laxalt, non voleva sentir parlare.

I tre sono in lizza per una riconferma. E a Verona hanno buone possibilità di finire nuovamente nella distinta ufficiale. Tra i primi undici, si intenda.

Mazzarri e l’incognita Belotti

L’incognita è rappresentata da Andrea Belotti. Il Gallo, se dovesse rimettersi in sesto entro domenica, giocherà senza remora alcuna, verosimilmente al posto di Berenguer. Troppo importante, il suo contributo, per questo Toro.

E così i prossimi giorni saranno cruciali. Le condizioni dell’attaccante di Calcinate sono in netto miglioramento – nonostante ancora ieri abbia seguito un allenamento personalizzato -, ma per Verona resta in forte dubbio. Per questo il tridente si scalda: toccherà a Be-Za-Ve (Berenguer, Zaza e Verdi), se Belotti darà ancora forfait.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 12-12-2019


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
rotor
4 anni fa

Un Belotti non totalmente guarito rende un terzo e rischia un lungo stop,visto che oltretutto questo infortunio e’ stato gestito non ottimalmente dallo staff sanitario.

vecchiamaniera
4 anni fa

Ansaldi dovrebbe giocare dietro le punte.E’ l’unico con personalità,esperienza e mezzi che può dare imprevedibilita’ in avanti.Berenguer terzino e perché Parigini non gioca..INCOMPETENTI!!

mas63simo
4 anni fa

Zaza Mazzarri Cairo fuori dal Toro siete la vergogna di questa gloriosa maglia !

Risorsa Lukic: è a disposizione per Verona. E Mazzarri lo ha elogiato

Verona-Torino, i precedenti: l’ultima vittoria dei granata e l’esordio di Belotti