Il presidente del Genoa Alberto Zangrillo ha parlato del futuro di Gilardino: il tecnico sarebbe una delle alternative per il dopo Juric

Il presidente del Genoa Alberto Zangrillo è intervenuto in radio per fare il punto sul futuro del club e di Alberto Gilardino. L’allenatore rossoblù è una delle sorprese di questo campionato di Serie A e ha condotto il Genoa alla salvezza con un ottimo lavoro. Ecco perché il Toro lo prenderebbe seriamente in considerazione in caso Juric dovesse lasciare la panchina granata.

Le parole di Zangrillo

Zangrillo ha parlato così di Gilardino: “È in atto un discorso fluido e molto propositivo tra Alberto, il suo procuratore e il ds Ottolini, tutto alla luce del sole. C’è chi vuole arrivare prima allo scoop mettendo in difficoltà una parta o l’altra, ma io ribadisco che mi fido di Gilardino e vorrei continuare con lui, dopodiché però non sono il presidente padrone e lascio liberi i tecnici di agire- Un uomo di altri tempi nel calcio, tra noi c’è un rapporto di grande stima, credo molto in lui e l’ho sempre appoggiato e tutelato. Avevamo parlato durante la settimana, ci eravamo confidati che quella con il Cagliari era una partita importante per consolidare e dare un senso al lavoro svolto durante la stagione”.

Alberto Gilardino
Alberto Gilardino
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 01-05-2024


5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Sangueblu
26 giorni fa

Per carità, n’altro catencciaro da 3-5-2, modulo odioso…resta pure li

ElPepp
ElPepp
27 giorni fa

Posto che – come noto – il vero problema resta un altro, io Gilardino lo preferirei sicuramente alle altre ipotesi ventilate (da Gattuso a Palladino allo stesso Italiano). Chiaro che poi uno come Sarri e, a ruota, come Pioli (nonostante il lontano e non fulgido passato Gobbo) sarebbe ben altra… Leggi il resto »

davidone5
27 giorni fa

Gilardino ottimo allenatore, premesso che terrei Juric se andasse via prenderei Gilardino.

Contro il Bologna torna Linetty: Juric conta sulla sua esperienza

Juric ritrova Thiago Motta: il bilancio contro l’allenatore rossoblù