Torino, Zaza: il pagellone della stagione 2019-2020

Il pagellone / Zaza, inizio e finale positivi: ma non è ancora abbastanza

di Veronica Guariso - 17 Agosto 2020

Il pagellone / Inizio e finale promettenti per l’attaccante granata Simone Zaza, in difficoltà nella fase centrale della stagione

Discontinuità e prestazioni altalenanti per Simone Zaza, in difficoltà nel corso di questa stagione anche a causa della crisi generale che ha colpito il Toro. La voglia di riuscire ad incidere non è stata sufficiente a rendere memorabile quanto visto in questo campionato, cosa già non riuscita lo scorso anno per il numero 11 del Toro. Se l’inizio e la conclusione della stagione sono stati positivi, la fase centrale si è invece rivelata un vero e proprio punto critico per Zaza: nel momento in cui il Toro avrebbe avuto più bisogno di lui, non è riuscito ad emergere e fare la differenza, anche a causa della poca fiducia ricevuta da Mazzarri.

In Europa League un inizio promettente

Resta vivo lo scetticismo nei confronti dell’attaccante di Policoro, arrivato in granata lo scorso anno tra i dubbi di tutti e che non è ancora riuscito a scoglierli del tutto. I preliminari di Europa League sembravano avergli fatto raggiungere lo stato di forma ideale sia dal punto di vista fisico che da quello mentale e motivazionale: 3 gol e 3 assist per lui, che è riuscito così a mettersi in luce. Con la crisi del Torino è però arrivata anche quella personale di alcuni giocatori, Zaza compreso. Prestazioni caratterizzate da alti e bassi lo hanno privato della continuità necessaria a farlo rendere al meglio.

Zaza ha ritrovato la fiducia con Longo, risollevandosi nel finale

La stagione è inoltre stata intervallata da alcuni infortuni, culminati con lo stiramento alal coscia che lo ha tenuto fuori per 5 giornate. Con Moreno Longo è tornata la fiducia, facendolo diventar el’amuleto del tecnico granata. Assieme a Belotti si è risollevato, dando prova di poter dare un contributo importante alla squadra. Zaza ha perciò fatto ancora parlare di sè ma in positivo: anche se imperfetta, è stata la sua miglior stagione sotto la Mole dalla sponda granata del Po con 24 presenze, 6 gol e 2 assist in campionato. Cosciente di poter fare di più, l’attaccante del Toro ha promesso un cambio di rotta per la prossima stagione ed ora la palla passa a Giampaolo.

Voto: 4.5

Zaza
Zaza

8 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
davidone5
davidone5
1 mese fa

Zaza è uno scarto dei gobbi e sono convinto che sia stato urbanuccio a volerlo prendere perché di calcio non capisce una cippa, basta ricordare che ha preso Recoba in prestito solo per il nome che giocava 20 minuti e poi era infortunato 2 mesi, l’allenatore da inizio campionato domandava… Leggi il resto »

tony polster
tony polster
1 mese fa
Reply to  davidone5

Ti sbagli. Recoba arrivo’ alla fine della sessione estiva. Eravamo tutti esaltati.al punto che eravamo piu’ persone alla presentazione del Chino che a quella di Junior.poi ando’ male.ma mediaticamente fu un ingaggio bomba.l’altro ingaggio “mediatico” e’ stato Hart.

Maratona 76
Maratona 76
1 mese fa

Ecco bravo Zaza fai l’unica cosa utile per il Torino, cambia rotta, dirigiti verso il triangolo delle Bermude, chissà che finalmente non sparisci tra alghe e amebe come Te, PS. faresti grande favore a tutti portando con te anche un certo cairuccio…

davidone5
davidone5
1 mese fa

Zaza fai come urbanuccio VATTENE.