Torino, Bava ds: la soluzione interna convince sempre di più

Bava ds: la soluzione interna convince sempre più

di Andrea Piva - 28 Maggio 2019

Le alternative Pecini e Vagnati restano sullo sfondo ma al momento è sempre più probabile che sia Bava il prossimo direttore sportivo del Torino

Al momento Gianluca Petrachi è ancora il direttore sportivo del Torino. E’ ormai noto che il dirigente abbia di fatto già rassegnato le proprie dimissioni comunicando l’intenzione di lasciare la società granata, Urbano Cairo, però, non lo ha ancora liberato dal contratto firmato circa un anno e mezzo fa. Nel frattempo il presidente granata è al lavoro per cercare il nuovo uomo-mercato e, con il passare delle ore, prende sempre più quota l’ipotesi Massimo Bava. Come vi abbiamo raccontato già nei mesi scorsi, quando l’ipotesi dell’addio di Petrachi è diventata più concreta, il primo nome a cui ha pensato Cairo per il ruolo di direttore sportivo è stato quello dell’attuale Responsabile del Settore giovanile: proprio questa soluzione è quella che ancora adesso lo convince maggiormente.

Bava la prima scelta di Cairo

Come vi abbiamo raccontato già nei mesi scorsi, quando l’ipotesi dell’addio di Petrachi è diventata più concreta, il primo nome a cui ha pensato Cairo per il ruolo di direttore sportivo è stato quello dell’attuale Responsabile del Settore giovanile: proprio questa soluzione è quella che ancora adesso lo convince maggiormente.

In questi anni Bava, con il lavoro svolto per il vivaio, ha guadagnato la piena fiducia del patron granata. E se Cairo in queste settimane ha valuto anche altre ipotesi per il ruolo di nuovo direttore sportivo del Torino, come l’attuale ds della Spal Davide Vagnati e il dg dell’Empoli Riccardo Pecini, è proprio perché da una parte non vorrebbe toccare quei meccanismi che hanno riportato in questi anni il Settore giovanile granata (e in particolare la Primavera) ai vertici in Italia, correndo il rischio che qualcosa in futuro possa incepparsi.

Ds Torino: Pecini e Vagnati, quotazioni in calo

Come dicevamo, però, con il passare del tempo Cairo sembra si stia convincendo sempre più a promuovere Bava a nuovo direttore sportivo dopo che l’addio di Petrachi sarà ufficiale. Le strade che portano a Vagnati e Pecini restano aperte ma le possibilità che possano essere percorse sono ora in netto calo.

più nuovi più vecchi
Notificami
corrado
Utente
corrado

Bava è uno che di calcio ne capisce come pochi e ha meritato la promozione sul campo. Che si abbia il coraggio di ricreare quel ponte tra giovanili e prima squadra che c’è sempre stato, nei giocatori come nei dirigenti. Aggiungo una cosa: se si sceglie Bava, niente affiancamenti. Se… Leggi il resto »

Troposfera Granata
Utente
Troposfera Granata

Condivido pienamente. Tanto più che con la squadra già delineata per l’80% non occorre chissà quale sforzo creativo, ma solo partire alla caccia dei nomi che Mazzarri ha richiesto. Ottima la prospettiva di un DS ponte tra giovanili e prima squadra, con un occhio anche a tutte le promesse di… Leggi il resto »

Rob 62
Utente
Rob 62

Sono d’accordo.

Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Utente
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68

Ah ah ah!!!!
Quanto siete ingenui…
E’ tutta tattica sottotraccia…
Cairo punta segretamente a Corvino che è libero dai viola….
vedrete che colpo….apoplettico quando ci ripescheranno….

Scin{[Scin(Scin)]}
Utente
Scin{[Scin(Scin)]}

Con tutta la stima che posso avere per Bava, con una sola mossa si rischia di mandare a put tane la prima squadra e il settore giovanile. Grande Cairo; meglio di uno scacco matto!